Un matrimonio reale, che fa bene al turismo

1
117
Il Principe William e Kate MiddletonIl matrimonio reale che sarà celebrato il 29 aprile 2011 il principe William e Kate Middleton saranno una vera manna per il turismo inglese. Con il fatidico “”I do”” (in risposta alla domanda “”do you want to take this man”” e “”this woman””, con quello che segue) i due sposi porteranno a Londra una miriade di turisti e curiosi che faranno aumentare di molto le entrate delle casse della città. Una stima della Bbc calcola che la famiglia reale, in un anno qualunque, produca 500 milioni di sterline (600 milioni di euro) per l’economia nazionale britannica, tra turismo, souvenir, shopping e indotto vario. Gli hotel di Londra naturalmente non si sono fatti scappare l’occasione: ecco allora che proliferano speciali “”pacchetti”” di offerte per il “”royal wedding””, con optional come souvenir, champagne in camera  e tutto quanto può contribuire all’idea che anche i visitatori partecipino alle nozze. Naturalmente però l’offerta degli alberghi a Londra coincide con un aumento dei prezzi.  Però le prenotazioni già danno cifre vicine al sold aut. Insomma un matrimonio che vedrà davvero molti invitati. L’onda viene cavalcata anche dai ristoranti e i locali alla moda della città. Il 29 aprile è diventato, per i ristoratori, un vero giorno da festeggiare. Tavole imbandite in modo speciale, menù “”reale””, prezzi alle stelle. I pub si aspettano di servire, nel giorno del matrimonio, cinque volte più boccali di birra che in ogni altro normale venerdì, perché tutti vorranno brindare, festeggiare, fare bisboccia.
Se avete pensato di visitare Londra nel week end del matrimonio sappiate che troverete una città in festa, ma forse il vostro portafoglio potrebbe pensarla diversamente.

1 COMMENTO

  1. Purtroppo avevamo prenotato un week end proprio in quel periodo senza pensare che c’erà il matrimonio. A Londra c’era un delirio totale! Strade bloccate, traffico, metropolitana lenta, milioni di persone nei negozi e nei ristoranti: forse gli inglesi avranno anche risollevato l’industria del tursismo ma noi visitatori non ce la siamo goduta per niente!

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Scrivi il tuo nome qui