Le migliori dieci spiagge dell’Asia secondo il Sunday Herald Sun

1
1287

Il Sunday Herald Sun ha recentemente pubblicato un articolo sulle migliori dieci spiagge dell’Asia. Con i suoi arcipelaghi, spiagge da sogno, isole esotiche e luoghi incantati, in Asia c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Nell’articolo non sono citati i classici luoghi come le Maldive o Boracay White Beach, ma sono invece indicate spiagge nuove, tutte da scoprire che però hanno in comune un solo denominatore: sono veri paradisi terrestri.

1.) Saud Beach nelle Filippine – Si trova a nord ovest della costa di Luzon, a Pagudpud. Si tratta di un’insenatura sulla costa, lunga appena due chilometri, con sabbia accecante e finissima, al confine con il blu del Mar della Cina.

2.) Ko Adang in Thailandia – All’estremo sud della costa del Mar delle Andamane si trova questo piccolo gruppo di isole, ancora fuori dal mirino del caotico turismo di massa e dagli sposini in cerca di una destinazione romantica per i viaggi di nozze. Le formazioni rocciose e le acque cristalline del Parco Marino Nazionale di Ko Tarutao ci ricordano vagamente le più classiche mete thailandesi come Samui e Phi Phi. Tra questo dedalo di atolli e anfratti, troverete una vera perla, Ko Adang, un’isola ricoperta interamente da una giungla incontaminata, con spiagge isolate e completamente deserte.

3.) Bentota in Sri Lanka – Si trova a soli 60 chilometri a Sud di Colombo; grandi baie di spiaggia si estendono da nord a sud da un promontorio roccioso. L’Oceano Indiano lambisce i promontori di costa granitica e le spiagge che già furono scoperte moltissimo tempo fa dai navigatori europei. La scelta degli alberghi è ottima: si possono trovare hotel per tutte le tasche e di tutte le categorie, alcuni dei quali con affaccio diretto sulla spiaggia, dai quali è possibile ammirare un tramonto infuocato da mozzare il fiato.

4.) Yalong Bay in Cina – Sulla stessa latitudine delle Hawaii, Yalong Bay si trova sulla punta meridionale di Hainan, nei pressi di Sanya, ma è sicuro che le sue spiagge sono più belle di quelle hawaiane. Un tempo sulle sue coste sorgevano villaggi di pescatori e risaie, al loro posto oggi sono nati resort e villaggi turistici di alta qualità, meta spesso della classe agiata cinese, che si può permettere lussi e luoghi più dispendiosi.

5.) China Beach in Vietnam – Si trova vicino a Da Nang sulla parte centrale delle coste vietnamite. Consiste in un lungo tratto di circa 30 km con alberghi e ristoranti, in special modo nell’area di Bai Non Nuoc. Questi luoghi sono stati il set cinematografico di una famosa serie televisiva vietnamita, belli e fantastici, nei quali si possono ammirare pescatori navigare su canoe spinte a pagaia.

6.) Calangute in India – Calangute è una costa ricca di palmeti che oggi ha assunto una certa reputazione anche grazie alla presenza di famose menti brillanti della beat generation negli anni settanta. L’enorme sviluppo urbanistico non è stato gentile con le vecchie costruzioni dei pescatori, ma le sue lune piene sul Mar d’Arabia sono rimaste affascinanti come sempre.

7.) Dungun in Malesia – La costa orientale della Malesia sono ancora un segreto nascosto. I macachi ondeggiano come piccoli Tarzan da un albero a un altro, in un bosco che costeggia a sud del Mar della Cina. Al di là degli alberi, Dungun appare in un sol colpo con una delle spiagge meno conosciute e sfruttate della Malesia. A Tenggol Island comincia il parco nazionale marino e qui è possibile fare snorkeling o fare immersioni in acque cristalline in compagnia di tartarughe, cernie e pesci napoleone.

8.)Occheuteal in Cambogia – La zona di Sihanoukville, sulla costa sud della Cambogia, è la patria di cinque delle più belle spiagge del paese; anche se la migliore è considerata Sokha, riservata esclusivamente agli ospiti del resort che la occupa, subito dopo per bellezza e fascino c’è Occheuteal con la sua lunga spiaggia di sabbia bianchissima, costeggiata da una florida pineta. La sua punta più settentrionale è diventata anche una meta ambita per escursioni all’aria aperta, con tanto di zaino e sacco a pelo.

9.) Mae Nam in Thailandia – Dirigetevi a nord della costa di Samui per scoprire la sonnolenta Mae Nam, dove le spiagge sono piccole, di sabbia bianca finissima ed assolutamente fuori dalla portata del turismo di massa. L’acqua è limpida e calma, ombreggiata dalle palme che si riversano quasi fino dentro. In lontananza si intravede un gruppetto di atolli dove le spiagge sono letteralmente deserte. Date uno sguardo alla Tenuta Miskawaan, proprio sulla spiaggia di Mae Nam.

10.) Kentin a Taiwan – Il paesaggio a sud di Taiwan è una vera sorpresa e Kentin si affaccia sull’arcipelago con una bellezza inaudita, un luogo perfetto per tranquille nuotate in acque cristalline, immersioni e surf, con anche oltre 18.00 ettari di parco nazionale: un incanto!

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Scrivi il tuo nome qui