La farfalla del mediterraneo:l’isola di Favignana

1
571

Favignana

Con i suoi 33 km quadrati di superficie, Favignana si classifica come la più estesa delle isole dell’arcipelago delle Egadi che , nel 1991, è stato dichiarato Area Marina Protetta.

Si può arrivare a questo paradiso con Traghetti e aliscafi che partono dai porti di Trapani e Marsala, mentre non c’è più la linea da Napoli cosa incomprensibile alla maggior parte dei turisti. Favignana è sicuramente l’isola delle Egadi meglio collegata e da quì si può partire anche per visitare altre isole più difficilmente raggiungibili come Levanzo e Marettimo.

Per girare l’isola una macchina non serve ma può essere comodo affittare un motorino per fare il giro delle numerose splendide calette dell’isola.

L’isola di Favignana (sito ufficiale turismo Egadi e Isola di Favignana) è dominata dal Forte di Santa Caterina, antica postazione di avvistamento saracena.

Quest’isola ha la particolarità di essere una delle poche in Italia in cui le coste sono accessibili da terra.

Fra le spiagge più belle possiamo inserire sicuramente Cala Rossa, vero simbolo dell’isola di Favignana e anche sito ideale per le immersioni.

Favignana

Oltre Cala Rossa comunque citiamo anche Cala Azzurra che si trova tra Punta Marsale e Punta Fanfalo che presenta la caratteristica pregevole di un fondale bianco con una leggera tonalità rosata o anche Lido Burrone, la spiaggia più ampia dell’isola particolarmente indicata per le famiglie con bambini.

Se siete in vacanza al mare a Favignana non potete comunque mancare anche una visita a Punta Sottile, affascinante con il suo maestoso faro e stupenda al tramonto.

Favignana

Se invece volete allontanarvi dalla folla un’idea è un’escursione al Bue Marino  che una volta era rifugio per la foca monaca e oggi invece è luogo ideale per sdraiarsi al sole in tranquillità e fare un bagno in acque limpide striate d’azzurro.

Una volta arrivati alla sera, sazi del sole e della sabbia potrebbe essere piacevole scoprire la bontà della cucina del posto. Ad esempio consigliamo di assaggiare la Bottarga o i molti altri derivati del tonno la cui pesca da queste parti era vera e propria fonte di sostentamento economico, ma che, dopo la fine della mattanza dei tonni, rimane comunque un elemento fondamentale della cucina di Favignana.

Altra possibilità  durante una vacanza al mare a Favignana è la visita al castello di S. Caterina, che dei tre che dominavano l’isola è l’unico ancora accessibile e aperto al pubblico: il Castello di S. Leonardo infatti è stato demolito sul finire dell”800 mentre  nel castello di S. Giacomo è stata costruita una prigione.

Altre notizie utili per pianificare un meraviglioso viaggio sull’Isola di Favignana le potete leggere sulla pagina dedicata di wikipedia wikipedia.org/Isola_di_Favignana. Inoltre vi consigliamo di vedere qualche video a riguardo per vedere con occhi questa fantastica isola. (video esempio http://youtu.be/-VFxAn-nO_U)

CONDIVIDI
Articolo precedenteLe più belle città maya dello Yucatan – parte II
Articolo successivoVacanze 2013, le mete più trendy
Blogger e appassionata viaggiatrice scrive per BlogVacanze.com dal 2012. Sara viaggia molto durante l'anno attraverso tutti i continenti e al suo ritorno condivide le sue esperienze di viaggio e racconta le sue vacanze ai nostri lettori, scrivendo dei fantastici articoli contenenti utili consigli di viaggio. Inoltre Sara è anche un'assidua ricercatrice di informazioni per viaggi che poi condivide con i nostri lettori tramite i suoi post.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Scrivi il tuo nome qui