Lisbona: uno sguardo dal tram 28

 

Week end a Lisbona
Il Tram 28 di Lisbona

Non c’è dubbio! Chiunque è stato a Lisbona ve lo segnalerà come uno dei tour da fare, come una vera istituzione nelle vacanze a Lisbona di chiunque.
Il tram 28, o come si chiama veramente l’electricio 28, citato nelle sue opere anche dall’artista locale Pessoa, non è nato come un bus turistico, eppure è amato dai turisti e permette uno sguardo diverso sul centro storico della città.

Se volete una mano nell’organizzazione del vostro prossimo week end a Lisbona non avete che da sbrigarvi a ricercare un bel volo low cost, prenotare un hotel a Lisbona il più possibile nel centro della città e prepararvi a camminare e camminare per questa capitale fatta di mare, salite, discese, nuovi edifici in vetro e diroccati palazzi che mostrano qua e là ancora qualche angolo arricchito di azulejos.

Forse il tram 28 è ormai un’usanza turistica un po’ affollata, specie in alta stagione, ma l’incedere non eccessivamente veloce per il centro storico di Lisbona, l’insinuarsi tra i vicoli passando ad un metro da finestre di case dandoti un secondo per sbirciare nella vita degli abitanti del posto, l’improvviso buttarsi su piazze con vista, tutto di questo tragitto in tram ha un non so che di quella malinconia tipica del Portogallo e della sua città più rappresentativa.
Lisbona dondola tra antico e moderno, tra allegria e inquietudine, tra tradizione e spinta all’apertura verso il mondo.

Con il suo colore giallo acceso il tram 28 è più che riconoscibile. Come vi ho detto non è un bus turistico quindi rispetta gli orari del servizio pubblico. Molti consigliano di prenderlo la mattina della domenica quando c’è molta meno folla. Io, personalmente, ho adorato salire su uno degli ultimi giri, al tramonto. Le strade pullulavano di vita, i colori si affievolivano ed il sole che calava dava una tinta inusuale a quei vicoli.

Week end a Lisbona
Il tram 28 di Lisbona

Per prendere il tram 28 dovete dirigervi a Piazza Martin Morniz. Il biglietto potete farlo a bordo per 2,50€ a meno che non avevate provveduto già con qualche tessera mezzi per coprire l’intero week end.
Il tour dell’electricio tocca tutti i quartieri più famosi della città: l’Alfama, Baixa, il Chiado, il Barrio Alto, fino allo stop a Piazza de Estrela.

Se avete tempo e voglia di camminare scendere e risalire più volte per avventurarvi nei vicoli è l’idea giusta, e magari riservatevi anche una foto nel punto panoramico del Miraduro de Graça.

Feste di marzo: il festival del cioccolato di Obidos

festival-del-cioccolato-di-obidos

Arriva marzo e progettate un week end in Europa e non sapete dove andare?Un piccolo consiglio  che speriamo potrà esservi d’aiuto: il festival del cioccolato di Obidos in Portogallo.
Prenotate un volo low cost su lisbona al più presto, arrivati li affittate un’auto e percorrete circa 80 km e viritroverete ad Obidos un gioello di paesino arrampicato su dolci colline fatto di stradine circondate da casette bianche, blu e verdi.

Festival-Internacional-de-Chocolate--


E’ questo lo sfondo dell’internationa Chocolate Festival: un evento non particolarmente pubblicizzato, ma che ogni anno attira oltre 200 mila persone.
In questi undici giorni tutto è dedicato al cioccolato in ogni sua forma e gusto affiancato da spettacoli e workshop.

Festa del cioccolato di Obidos


Passeggiando per le stradine di Obidos troverete numerosi stand per degustazioni e sculture di cioccolato. Interessanti anche i corsi di cucina dei professionisti del cioccolato.


Per maggiori informazioni potete visitare il sito del festival festivalchocolate.cm-obidos.pt

Il mondo delle crociere: le crociere fluviali

Ormai il mondo delle crociere è una realtà fortemente sviluppata.
Il turismo crocieristico è in continuo sviluppo e le compagnie di crociere continuano ad elaborare nuove rotte per rispondere alle richieste dei turisti.
Anche se meno sviluppate delle più famose parenti su mare, le crociere fluviali sono tutt’altro che una realtà di serie B.
Organizzare una crociera fluviale in Europa può garantire un punto di vista unico sui paesaggi europei, oltre alla possibilità di poter visitare comodamente più posti in pochi giorni.
Noi italiani siamo sicuramente molto fortunati nella scelta degli itinerari, avendo a disposizione a poca distanza alcuni itinerari tra i più suggestivi al mondo.

Crociera sul Nilo

Crociera sul Nilo
L’itinerario della Crociera sul Nilo è sicuramente uno dei più conosciuti e gettonati dai crocieristi fluviali.
Una crociera sul Nilo permette di visitare siti archeologici unici appartenenti ad una delle culture più affascinanti dei tempi passati.
Si tratta di una crociera che è possibile effettuare in ogni periodo dell’anno. Segnaliamo comunque che la stagione più ostica è proprio l’estate quando le temperature molto alte dell’interno dell’Egitto costringono ad alzarsi molto presto per effettuare le escursioni.
Sono molte le alternative proposte dai tour operator, ed alcune consentono anche di visitare le maggiori bellezze della città del Cairo.

Crociera fluviale sul Danubio

Crociera-sul-Danubio
La crociera fluviale sul Danubio è sicuramente la regina delle crociere fluviali in Europa.
Una crociera sul Danubio permette di vivere un’esperienza romantica e magica sulle note di Mozart e Strauss.
Le città attraversate da questa crociera sono molte, tra le maggiori Vienna, Budabest e Bratislava.

Crociera fluviale sul Douro

Crociera-sul-Douro
La crociera che permette di solcare il fiume Douro da la possibilità di visitare il nord del Portogallo. Le partenze sono generalmente da Porto, da qui si risale il fiume reso navigabile grazie ad un complesso sistema di dighe e chiuse.

Crociera fluviale del Reno

Crociera sul Reno
Un itinerario romantico che prende il via proprio dalla città di Amsterdam, passando tra vallate e boschi, e, superando le due grandi chiuse di Iffezheim e Gambsheim, si arriva fino alla città di Strasburgo.
L’itinerario naturalmente può essere effettuato ache al contrario da Strasburgo ad Amsterdam.

Madeira – Portogallo. I colori dell’isola di Funchal

Madeira Funchal

L’isola di Funchal a Madeira in Portogallo è una piccola isola vulcanica, solitaria nell’Oceano Atlantico, con i fiori più colorati del mondo ed un celebre vino. Cos’altro ancora su quei 56 kilometri di lunghezza e 20 di larghezza di Funchal, con lussureggianti coltivazioni ricavate sui fianchi della montagna. Non a caso la sterlizia (fiore originario del Sud Africa, il cui nome significa “uccello del paradiso”) è stato adottato come simbolo dell’isola di Funchal a Madeira; in questa meravigliosa isola-giardino crescono palme e felci, minose ed ortensie, ibischi e allori, rose, amarilli e buganvillee, e in quest’isola giardino-botanico ci si ritrova a percorrere le ripide stradine della capitale (Funchal), su fino alla sommità della collina che domina l’abitato,  e ancora più su sino al tetto dell’isola, il Pico de Rievo con i suoi 1862 metri di altitudine. Le vigne contendono il terreno ai giardini: la storia del vino di Madeira richiederebbe un capitolo a parte. Una vacanza sull’isola offre una ampia gamma di possibilità, dalle bionde sabbie delle spiagge, al trekking, al diving, alle gite in barca, magari sino all’isolotto di Porto Santo.
L’ospitalità alberghiera di Funchal  è molto diversificata: ce n’è per tutti i gusti e per tutte le tasche hotel, B&B, appartamenti. E con le sue piccole dimensioni nell’isola non potevano mancare a Funchal alcun alberghi di piccole dimensioni, con il loro stile elegante, una cura masima per il dettaglio, con tutti i comfort, le comodità e le tecnologie più recenti, alberghi dove ti senti come a casa tua.