Andare in vacanza a Natale: le destinazioni più amate

caraibi

Partire d’inverno è sempre stato il sogno di molti Italiani. Storicamente abituati a partire in massa ad agosto alla chiusura di fabbriche ed uffici, partire fuori stagione sembra donare un senso di libertà assolutamente maggiore.

Senza considerare poi la possibilità di rientrare dalle ferie sfoggiando un’abbronzatura invidiabile e che scatenerà l’invidia dell’odiata o odiato collega che invece è rimasto tra le mura domestiche tra parenti, suocere e bambini urlanti.

Una delle vacanze più apprezzate dagli italiani per natale negli anni sembra essere sempre stata la crociera. Nonostante il clima non sia dei migliori in molti hanno anche apprezzato una crociera nel Mediterraneo che permette di raggiungere climi un pò più miti senza allontanarsi troppo dall’Italia, senza però non notare l’ondata di persone che si è imbarcata oltre oceano per una bella crociera ai Caraibi.

natale-new-york

Altra destinazione natalizia inossidabile sicuramente New York che, nonostante il clima incredibilmente freddo, ha creato nell’immaginario di tutti un capodanno di strada da sogno.

Apprezzata oltre oceano sicuramente anche Miami, con il suo clima più caldo e la vicinanza ai parchi divertimento di Orlando.

Anche se negli scorsi anni l’alternativa Mar Rosso con Sharm e Marsa Alam la facesse da padrona con prezzi molto più abbordabili, quest’anno sicuramente non sarà una delle opzioni più ricercate data la difficoltosa situazione politica.

capo verde

Amato dagli appassionati di Kitesurf e Windsurf sicuramente è l’arcipelago di Capoverde, un agglomerato di nove isole, tra le quali le più famose Sal e Boavista, un tempo sotto il dominio Portoghese. Oltre ad un patrimonio naturale invidiabile, stupende sono anche le spiagge di sabbia bianca bagnate da un mare dalle mille tonalità del blu. Boavista è la più vicina al continente africano ed è in parte coperta da dune di sabbia che provengono proprio dal deserto del Sahara. Rispetto a Sal quì il turismo non si è ancora sviluppato al massimo custodendo ancora un aspetto alquanto selvaggio

Non dimentichiamo comunque le destinazioni che secondo me rispettano maggiormente la fuga da sogno che gli Italiani coccolano per mesi e mesi sperando di poter organizzare: le Maldive, le Mauritius e i Caraibi.

Mauritius insieme a Reunion e Rodrigues sono tre stupende isole che fanno parte dell’arcipelago delle Mascarene. Mauritius è sicuramente la più turistica ma comunque una vera perla dell’Oceano indiano dominato dalla natura ricca di palme, banani e frutti tropicali, senza considerare i 300 km di spiagge.

maldives

Nell’oceano indiano anche il gruppo di Atolli delle Maldive ideali per una vacanza di sole e mare, lagune di diverse profondità e mare dalle diverse tonalità dal blu al turchese. Il clima delle Maldive in genere è caldo-umido con il sole che splende praticamente tutto l’anno e temperature che vanno dai 29 ai 32 gradi.

Quello di Malè Nord è l’atollo più grande con un totale di 29 isole, una lunghezza di 67 km e una larghezza di 41. Il canale di Wadu divide Malè Nord da Malè Sud dove si trova l’aeroporto internazionale. Mentre 130 km a nord ovest si trova l’atollo di Baa formato da 50 isolotti, dei quali solo 5 ospitano resort mentre 10 sono abitati dalla popolazione del posto.

Di fronte alla Tanzania troviamo invece Zanzibar, isola spesso scelta da chi in Tanzania si è diretto per un safari e ricerca quindi un pò di relax.

Messico

Per chi ha più giorni di ferie è possibile raggiungere le blasonate mete d’oltreoceano come il Messico che con la Riviera Maya, Playa del Carmen, Tulum, offre lunghissime spiagge di sabbia bianca lambite da acque cristalline. Il Messico ha sicuramente la particolarità di offrire la possibilità di fare una vacanza rilassante comodamente sdraiati su una spiaggia e contemporaneamente di tramutare il tutto in un soggiorno culturale anche sono con una escursione ai siti archeologici della penisola dello Yucatan. Non dimentichiamo poi per gli appassionati di immersioni la barriera corallina di Cozumel.

Purtroppo un pò meno presa in considerazione dagli italiani, anche perché non raggiunta dai pacchetti turistici dei tour operator italiani, la costa sud del Messico con l’enorme baia di Acapulco (definita una delle 5 baie più spettacolari del mondo.

santo domingo

Il Messico è sicuramente adatto a chi vuole una vacanza attiva con diverse alternative e magari anche con qualche giorno in più di ferie, per chi invece ricerca il solo relax e non ha molti giorni a disposizione Santo Domingo può essere l’alternativa ed in effetti è anche molto apprezzata perchè spesso è possibile trovare pacchetti turistici veramente economici ed il tutto con trattamento di All Inclusive, una vera vacanza per non pensare a nulla.

Insomma potreste avere molti modi per farvi invidiare

 

Mete da crisi: in vacanza tutto l’anno con l’euro forte

Inutile pensare di essere messi male economicamente e di non poter godervi le vostre vacanze. Come per ogni problema anche a questo c’è un antidoto e non dovete necessariamente pensare a limitazioni o rinunce estreme.

Insomma con un pò di ricerche e furbizia anche mete lungo raggio saranno a disposizione, potrete pensare a paesi esotici senza spendere uno sproposito o comunque spendendo la maggior parte del budget per il volo risparmiando sul resto.

Quali sono le destinazioni migliori per chi è in area euro?

Mete da crisi economica
Le cascate di Iguazu

Cominciamo dal Sud America, precisamente dall’Argentina. Nonostante si tratti di uno dei paesi più importanti del Sud America e con bellezze naturali uniche, i dieci anni di crisi economica dalla quale sembra che il paese non riesca ad uscire l’ha reso anche una destinazione estremamente appetibile per i turisti europei.

La svalutazione della moneta argentina è evidente e con il cambio potrete guadagnare un bel margine sul vostro budget (la zona più costosa rimane la Patagonia).

Paese molto richiesto dagli italiani e che manifesta un certo vantaggio economico nonostante sia considerato una meta costosa, è il Sud Africa. Gli scioperi continui nelle miniere stanno creando non pochi problemi ad una economia che si basa prevalentemente sull’estrazione.

Mete da crisi economica
Park Kruger

 

Proprio questo un tour tra Città del Capo ed un safari a Park Kruger può costare molto meno di quello che vi sarebbe costato in passato. Le revisioni al ribasso da parte della Banca Centrale ha indebolito ulteriormente l’economia rendendo il costo della vita uno dei più bassi del mondo.

Spostiamoci in oriente per arrivare all’Indonesia, un altro paese estremamente ricercato dai turisti italiani. Oltre che dalle bellezze naturali, il turismo indonesiano è oggi sostenuto dal deprezzamento della moneta locale, che rende piuttosto basso il costo della vita.

Mete da crisi economica
Panorami Indonesiani

 

Spostiamoci in Centro America, in Messico più precisamente. Negli ultimi 12 mesi il pesos messicano si è fortemente deprezzato e ha reso ancora più appetibili le belle spiagge caraibiche come anche l’immenso patrimonio archeologico di Chichen Itza.

Tra tante mete conosciute e richieste sottolineo una destinazione come il Vietnam che negli ultimi anni sembra salire tra i favori dei turisti. Spiagge selvagge, tunnel scavati dai Vietcong, bellezze naturali dell’interno. Gli italiani sono ormai affascinati da questo paese ed il potenziamento dell’euro l’ha reso ancora più affascinante.

mete da crisi economica
Panorami del Vietnam

 

Sempre in oriente potrete optare per lo Sri Lanka, il cui governo ha portato avanti una politica di rivalutazione dell’immagine del paese. Nonostante i paesi confinanti attirino da anni i turisti con un turismo di massa e di lusso (un esempio per tutti le Maldive) lo Sri Lanka ha sviluppato una sua offerta fatta non solo di spiagge da sogno, ma anche di templi, natura, caverne, ed in più un bassissimo costo della vita che bilancia fortemente il costo per arrivare nel paese.

Tendenze viaggi di nozze: i cambiamenti di stile

viaggi di nozzeNessuno ha bisogno di una ricerca di qualche istituto statistico per affermare che i viaggi di nozze sono ancora, e lo saranno probabilmente anche in futuro, l’occasione per organizzare il viaggio della vita, quello che sicuramente non ti capiterà mai più.
Le agenzie di viaggio lo sanno bene che accalappiarsi una buona fetta di clientela in luna di miele è essenziale. Perché? Molto semplice: oltre al budget speso, sicuramente più alto di quello per una normale vacanza, il viaggio di nozze in genere viene richiesto proprio ad una agenzia di viaggio, senza badare alla tendenza del “fai da te”.

Couple Strolling on BeachGià perché il Viaggio di Nozze è qualcosa di speciale, non si può improvvisare, quindi meglio rivolgersi a chi si reputa più esperto, senza considerare che nell’organizzazione di un matrimonio si è così indaffarati da rischiare di non dare la giusta attenzione ai particolari, cosa che invece può fare chi si può dedicare solo all’organizzazione del viaggio.

viaggidinozzemaldive5 Ecco che allora le agenzie di viaggio possono approfittare di questo mercato stranamente in ampliamento negli ultimi anni (fonti Istat) che genera un giro d’affari non indifferente, e che arriva a 4,5 miliardi di euro l’anno.

viaggi di nozze3

La crisi economica sembra comunque aver cambiato leggermente lo “stile” di organizzazione del Viaggio di Nozze.
Un tempo la prenotazione anticipata era d’obbligo, anche perché la scelta durava settimane (a volte anche mesi… con duro sforzo degli agenti di viaggio), in questo modo si apportavano numerose modifiche agli itinerari che, a volte erano anche abbastanza complessi e comprendevano una infinità di destinazioni.

viaggi di nozze2 Oggi, sempre più frequentemente, si arriva quasi a parlare di Viaggio di Nozze “last minute”. Perché? Complice sicuramente la disponibilità di liquidità degli sposi, si finisce per racimolare i soldi da regali e liste nozze, per prenotare successivamente la destinazione che può rientrare nel budget raggiunto.

viaggidinozzespiaggia aldive

Rimane comunque il fatto che le destinazioni più gettonate siano le spiagge esotiche, e quindi una vacanza al mare di circa 2 settimane. Evitando eccessi, quindi, molti sposi optano per il relax assoluto, mentre solo un 30% degli sposi optano per un tour più articolato.

Inutile dire che le Maldive la fanno da padrone nelle scelte degli sposi, anche perché 2 settimane di vacanza in un paradiso terrestre in 2 persone possono mantenersi tranquillamente sotto i 5000 euro.

viaggi di nozze12

Tra le mete più costose che invece riescono a rimanere nei sogni degli sposi è la Polinesia, che comunque per due settimane riesce senza molti problemi a superare i 10.000€.

viaggidinozze maldive 2 Non dimentichiamo comunque, per gli amanti del calcio, la “scusa” di quest’anno per recarsi in Brasile: molte agenzie parlano infatti di Viaggi di Nozze organizzati nel rispetto del calendario dei Mondiali di Calcio. Sicuramente qui c’è lo zampino di più di uno sposo che in qualche modo è riuscito a metter bocca almeno sulla vacanza.

viaggi di nozze maldive Venendo incontro alle necessità economiche delle famiglie italiane, come anche alla necessità di accalappiare più mercato possibile, sono sempre più frequenti offerte particolari: non più semplice sconto sposi, molto di frequente si arriva a parlare di sposa gratis o seconda settimana al 50% e via dicendo, tutte riduzioni che, sicuramente, in periodo di crisi economica, non possono che attirare.

viaggidinozzemaldive 3

Vacanza alle Maldive, vivere in paradiso al Huvafen Fushi Resort

veduta spiaggia delle Maldive

Tutti sognano almeno una volta nella vita una vacanza alle Maldive uno dei paradisi terrestri per eccellenza. Se si aggiunge che si tratta di un paradiso che rischia di scomparire si capisce perché la prenotazione di viaggi e vacanze alle Maldive non sono mai diminuite.

Vacanza romantica per coppie o anche vacanza sportiva per chi ama le immersioni avendo a disposizione una delle barriere coralline più ambite del mondo, le Maldive possono rispondere a più di una esigenza.

Panoramica dei bungalow

Ogni piccolo atollo delle Maldive è un mondo a parte che racchiude la sua vita tra piccole spiagge private di stupenda sabbia fine e bianca, bungalow fronte mare e isolate palafitte con pavimenti di vetro per vedere le bellezze del mare maldiviano.

Uno di questi piccoli paradisi è sicuramente il resort Huvafen Fuschi nell’atollo di Male Nord. Un hotel 5 stelle raggiungibile in idrovolante o barca molto intimo e tranquillo.


La scelta della camera spazia dal beach bungalow con romantica vasca idromassaggio, al beach bungalow deluxe con piscina privata vista mare, passando per il lagoon bungalow in prima linea sulla spiaggia con piscina privata, e arrivando allo spettacolare Ocean Bungalow su una palafitta in mezzo al mare, vasca idromassaggio e con spettacolare fondo di vetro per ammirare la barriera corallina.

L’Huvafen Fushi vanta l’unico centro Spa “sottomarino” con la possibilità di godere di un massaggio sotto il livello del mare, con una splendida visuale dei fondali della stupenda barriera corallina.

Interno di un bungalow

Un’esperienza fuori dal comune può essere anche prenotare uno dei “dhoni”, tipiche barche maldiviane in legno, con i quali recentemente l’hotel è stato arricchito. Naturalmente i dhoni  dell’Huvafen Fushi non sono più tipiche imbarcazioni di pescatori, ma vere rivisitazioni di lusso con ogni comodità per i viaggiatori di oggi. Con un equipaggio a disposizione, durante il giorno sarà possibile allontanarsi dall’isoletta e avventurarsi per isolotti e spiagge deserte. Un modo particolare per trasformare la nostra vacanza alle Maldive indimenticabile.


Il Paradiso in Terra al Conrad Maldives Rangali Island

Estrema bellezza, infinita tranquillità, natura selvaggia, rilassante solitudine, sontuosi alloggi e tutto l’oceano per voi. In poche parole semplicemente il “Paradiso”.

Ci sono molti modi per idealizzare il romantico resort  “Conrad Maldives Rangali Island Resort”, il giusto elemento per la vostra Vacanza da Sogno. Ma l’unico modo per innamorarsi di questo Paradiso Naturale è viverla veramente .
Questa idilliaca isola tropicale, dove sorge il “Conrad Maldives Rangali Island” cattura la vera essenza delle Maldive  e non risparmia nessun comfort lussuoso, rendendo questo splendido resort, immerso nell’oceano, una stella nascente tra le celebrità (A-listers) alla ricerca di un rifugio sontuoso e nascosto dagli occhiindiscreti della stampa.

L’isola di Rangali, meravigliosa oasi lontana, raggiungibile con un volo di trenta minuti di idrovolante dall’Aeroporto Internazionale di Male ( Centro delle Maldive),  è circondata da una laguna di un colore turchese intenso,ma verdi palme e dalla imponenete barriera corallina.
Il Conrad Maldives Rangali Island Resort è suddiviso su due piccole isolette incontaminate e collegate tra loro da una pittoresca passerella (lunga quasi 500 metri) che passa sopra un’acqua cristallina e frizzante. Ricordiamo che questo resort è stato votate ben due volte come “Best Hotel in the world”.

Rangalifinohlu Island è la sede della ricchissima Spa e centro benessere e di una bellissima spiaggia, dove sono situate anche ville con affaccio. Mentre sull’isola di Rangali sono situate 50 sontuose villette-palafitte tutte costruite sopra l’acqua, come è la tradizione di questi luoghi tropicali.


Per alloggiare potete scegliere o una elegante e tranquilla villa sulla spiaggia, con splendide e sontuose aree che si affacciano sui verdeggianti cortili con fontane, o una villa lusso sull’acqua, costruita su palafitte direttamente sull’Ocean Indiano.


Il “Conrad Maldives Rangali Island Resort” è un paradiso anche per gli amanti del cibo e gli intenditori di vino, troverete sette ristoranti e quattro bar per soddisfare ogni vostro desiderio culinario. Inoltre avrete anche la possibilità di cenare a 16 metri sotto il livello del mare Ithaa Undersea Restaurant, un vero ristorante sottomarino tutto di vetro.

Per maggiori info visitate Conrad Maldives Rangali Island

Ho scoperto le Maldive…..

Spiagge bianche alle Maldive

Dice un proverbio: meglio tardi che mai! Ero prevenuta verso questo tipo di vacanza nell’ozio visto che non faccio immersioni, sono una (scarsa) nuotatrice vissuta in pianura, amo conoscere, oltre alla natura,   la cultura, la tradizione, l’arte, la storia  del paese dove scelgo di trascorrere una vacanza. E le Maldive erano per me  il paradiso  del dolce far niente o il paradiso dei sub. Ma come appassionata di isole non potevo rinunciare a questa meta. Così mi sono ritrovata  in un mondo inaspettato: già dall’idrovolante l’occhio non si staccava dall’oblo: lagune dall’acqua cristallina, spiagge bianchissime, mare turchese dalle mille sfmature , piccoli atolli a fior d’acqua che si perdono nell’orizzonte, così ho conosciuto le Maldive.  Avrei scoperto dopo i suggestivi tramonti  dopo una pedalata di pochi minuti fino alla punta  della piccola isola, una striscia di terra lunga 2 kilometri e larga 4000 metri.

Atollo alle Maldive                                            Maldive Atollo

         

La giornata su di un’isola alle Maldive soggiornando magari in uno di quei resort da film o qualche hotel di stile coloniale, passa veloce tra breakfast e tea-time in riva al mare, le uscite giornaliere (snorkeling), l’escursione al villaggio maldiviano, il ricco buffet (a pranzo e cena) italo-internazionale e l’immancabile serata maldiviana, la discreta presenza dello staff e personale di assistenza (che parla e comunque capisce l’italiano) e la non invadente organizzazione di diapositive e filmati sui fondali e la fauna marina, un po’ di sport (campo di tennis, calciotto, bocce, la palestra attrezzata sono alcuni esempi).