Amanti del cibo? Ecco alcune delle esperienze da non perdere

spezie

C’è chi viaggia per andare alla scoperta di nuove culture, per scoprire nuovi mondi, per rilassarsi in qualche spiaggia esotica o per staccare la spina dalla propria routine. E se invece decidessimo di viaggiare per andare alla scoperta della cucina dei popoli stranieri e per scoprire nuovi cibi e sapori da degustare? Ecco alcune esperienze per gli amanti del cibo che sono assolutamente da non perdere.

La Cina

cucina cinese
Spezie, oli e sapori originali. La cina ha sviluppato nel corso degli anni varie realtà gastronomiche, ognuna con le proprie caratteristiche. Otto sono le tradizioni culinarie da poter degustare nell’enorme paese: lo yuecai, il mincai, il lucai, lo huicai, lo zhecai, il sucai, lo xiangcai ed il chuancai. Tutte queste tradizioni hanno un proprio lessico culinario; ogni spezia, ogni salsa ed aroma ha un proprio nome specifico a seconda dell’area geografica di riferimento. Compiere un viaggio alla scoperta di questi sapori, dunque, equivale ad un viaggio alla scoperta di ben otto paesi diversi.

Thailandia

cucina thailandese
I thailandesi sono sempre stati fortmente entusiasti per il cibo! il grande panorama gastronomico che ne è venuto fuori è davvero affascinante. Usanze locali e tradizioni secolari si sono unite in un mix di sapori unici nel loro genere. Famosi in assoluto sono i loro Noodles, dai sapori forti e speziati che sapranno accontentare quasliasi tipo di palato alla ricerca di cibi originali e dai sapori autentici

La Francia

cucina francese
Di certo non sono i francesi che hanno inventato la cucina, ma sicuramente sono i primi in assoluto che ne hanno fatto una vera e propria forma d’arte. Aromi e prodotti locali dai sapori unici, la cosiddetta Haute Cusine saprà deliziare il vostro palato facendovi scoprire piatti deliziosi ed originali. I prodotti locali, l’olio, i tartufi e delizie di ogni genere sono pronti per essere mescolati in un mix di pietanze che possono accontentare anche i palati più raffinati. davvero originale è il Marché de Truffes Richerenches, a nord di Avignone, nella Provenza, dove poter acquistare ed assaporare i tartufi più buoni dell’intera Francia.

Il Messico

cucina messicana
Considerato il pilastro della cucina latinoamericana, il Messico offre una grande varietà di gusti e colori da poter degustare durante il vostro viaggio culinario. grazie ai numerosi gruppi indigeni che vivono nel paese, ciascuno con il proprio patrimonio di ricette, il Messico è ricco di una tradizione culinaria a dir poco straordinaria. Tortillas, quesadillos, papaya ed insetti vi attendono per farvi scoprire prodotti dai sapori unici. Nella parte nord del paese si mangia il capretto ed il manzo; al centro sono famosi i Nopal (ovvero una varietà di cactus); al sud invece c’è una grande quantità di pollame e di verdure.

Accattivante e selvaggia la vacanza al Aleenta Resort And Spa di Hua Nin in Thailandia

Rilassatevi in un turbinio di esclusività e fascino qui all’ Aleenta Resort And Spa ad Hua Nin a Pranburi, l’ultimo rifugio appartato sul golfo della Thailandia, e sede di spa di ispirazione alla natura, di una moderna cucina thailandese e di bellissimi tramonti.

Questo è un vero paradiso tropicale, circondato da sabbia, mare, e palme ondeggianti. Qui potrete prenotare 23 suite, disseminate nel parco che circonda la rigogliosa proprietà, nella quale si collocano sole e nascoste queste meravigliose sistemazioni come vere ville private. Si tratta di un superbo ed eccezionale assortimento di residenze, alcune con tetti di paglia e terrazza panoramica.

Le suite lungo la piscina, hanno vasche private con trampolino, mentre le suite fronte Oceano porgono l’accesso diretto al mare. Scivolate lentamente sull’amaca in terrazza e guardate le onde che lambiscono dolcemente la riva, mentre ascoltate la vostra musica preferita con l’IPOD in dotazione nella suite.

Le attività ricreative, tutte naturalmente di moderato dispendio fisico, comprendono ad esempio un corso di cucina per imparare a padroneggiare le ricette thailandesi oppure potreste godervi un illuminante corso di Yoga Vinyasa tenuto qui all’Aleenta Resort And Spa.
Per i più avventurosi, il Parco Nazionale di Khao Sam Roi Yot è a soli 40 minuti.

Le migliori dieci spiagge dell’Asia secondo il Sunday Herald Sun

Il Sunday Herald Sun ha recentemente pubblicato un articolo sulle migliori dieci spiagge dell’Asia. Con i suoi arcipelaghi, spiagge da sogno, isole esotiche e luoghi incantati, in Asia c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Nell’articolo non sono citati i classici luoghi come le Maldive o Boracay White Beach, ma sono invece indicate spiagge nuove, tutte da scoprire che però hanno in comune un solo denominatore: sono veri paradisi terrestri.

1.) Saud Beach nelle Filippine – Si trova a nord ovest della costa di Luzon, a Pagudpud. Si tratta di un’insenatura sulla costa, lunga appena due chilometri, con sabbia accecante e finissima, al confine con il blu del Mar della Cina.

2.) Ko Adang in Thailandia – All’estremo sud della costa del Mar delle Andamane si trova questo piccolo gruppo di isole, ancora fuori dal mirino del caotico turismo di massa e dagli sposini in cerca di una destinazione romantica per i viaggi di nozze. Le formazioni rocciose e le acque cristalline del Parco Marino Nazionale di Ko Tarutao ci ricordano vagamente le più classiche mete thailandesi come Samui e Phi Phi. Tra questo dedalo di atolli e anfratti, troverete una vera perla, Ko Adang, un’isola ricoperta interamente da una giungla incontaminata, con spiagge isolate e completamente deserte.

3.) Bentota in Sri Lanka – Si trova a soli 60 chilometri a Sud di Colombo; grandi baie di spiaggia si estendono da nord a sud da un promontorio roccioso. L’Oceano Indiano lambisce i promontori di costa granitica e le spiagge che già furono scoperte moltissimo tempo fa dai navigatori europei. La scelta degli alberghi è ottima: si possono trovare hotel per tutte le tasche e di tutte le categorie, alcuni dei quali con affaccio diretto sulla spiaggia, dai quali è possibile ammirare un tramonto infuocato da mozzare il fiato.

4.) Yalong Bay in Cina – Sulla stessa latitudine delle Hawaii, Yalong Bay si trova sulla punta meridionale di Hainan, nei pressi di Sanya, ma è sicuro che le sue spiagge sono più belle di quelle hawaiane. Un tempo sulle sue coste sorgevano villaggi di pescatori e risaie, al loro posto oggi sono nati resort e villaggi turistici di alta qualità, meta spesso della classe agiata cinese, che si può permettere lussi e luoghi più dispendiosi.

5.) China Beach in Vietnam – Si trova vicino a Da Nang sulla parte centrale delle coste vietnamite. Consiste in un lungo tratto di circa 30 km con alberghi e ristoranti, in special modo nell’area di Bai Non Nuoc. Questi luoghi sono stati il set cinematografico di una famosa serie televisiva vietnamita, belli e fantastici, nei quali si possono ammirare pescatori navigare su canoe spinte a pagaia.

6.) Calangute in India – Calangute è una costa ricca di palmeti che oggi ha assunto una certa reputazione anche grazie alla presenza di famose menti brillanti della beat generation negli anni settanta. L’enorme sviluppo urbanistico non è stato gentile con le vecchie costruzioni dei pescatori, ma le sue lune piene sul Mar d’Arabia sono rimaste affascinanti come sempre.

7.) Dungun in Malesia – La costa orientale della Malesia sono ancora un segreto nascosto. I macachi ondeggiano come piccoli Tarzan da un albero a un altro, in un bosco che costeggia a sud del Mar della Cina. Al di là degli alberi, Dungun appare in un sol colpo con una delle spiagge meno conosciute e sfruttate della Malesia. A Tenggol Island comincia il parco nazionale marino e qui è possibile fare snorkeling o fare immersioni in acque cristalline in compagnia di tartarughe, cernie e pesci napoleone.

8.)Occheuteal in Cambogia – La zona di Sihanoukville, sulla costa sud della Cambogia, è la patria di cinque delle più belle spiagge del paese; anche se la migliore è considerata Sokha, riservata esclusivamente agli ospiti del resort che la occupa, subito dopo per bellezza e fascino c’è Occheuteal con la sua lunga spiaggia di sabbia bianchissima, costeggiata da una florida pineta. La sua punta più settentrionale è diventata anche una meta ambita per escursioni all’aria aperta, con tanto di zaino e sacco a pelo.

9.) Mae Nam in Thailandia – Dirigetevi a nord della costa di Samui per scoprire la sonnolenta Mae Nam, dove le spiagge sono piccole, di sabbia bianca finissima ed assolutamente fuori dalla portata del turismo di massa. L’acqua è limpida e calma, ombreggiata dalle palme che si riversano quasi fino dentro. In lontananza si intravede un gruppetto di atolli dove le spiagge sono letteralmente deserte. Date uno sguardo alla Tenuta Miskawaan, proprio sulla spiaggia di Mae Nam.

10.) Kentin a Taiwan – Il paesaggio a sud di Taiwan è una vera sorpresa e Kentin si affaccia sull’arcipelago con una bellezza inaudita, un luogo perfetto per tranquille nuotate in acque cristalline, immersioni e surf, con anche oltre 18.00 ettari di parco nazionale: un incanto!

Nuova Apertura dell’Hansar Bangkok

L’Hansar Bangkok ha finalmente aperto i battenti a Gennaio. L’Hansar Bangkok è considerato attualmente il più lussuoso hotel di Bangkok, non a caso appartiene alla prestigiosa catena Small Luxury Hotel of the World, il che significa servizi e comfort di altissimo livello, che non si possono trovare in nessun’ altra struttura. La zona in cui si trova l’Hansar Bangkok è Rajdamri Road, centro vitale della città ma anche posto esclusivo e chic di locali e ristoranti alla moda, di boutique di stilisti famosi e della vita notturna più sofisticata della città.

L’Hansar Bangkok propone 94 suite dal lusso più sfrenato; il numero ridotto delle camere e la bellezza esclusiva proposta comportano la prenotazione con un certo anticipo, viste anche le richieste che già sono in corso per soggiornare in questa location così speciale.

Tra le varie particolarità campeggia in mezzo alla stanza una grande vasca idromassaggio, ma la vera padrona incontrastata di questo lussuoso hotel di Bangkok è la Luxsa Spa, il centro benessere più all’avanguardia di tutta la Thailandia, nonché la maggiore e magnificente attrattiva dell’Hansar Bangkok. Qui niente è lasciato al caso e l’altissima professionalità nella ricezione e nei servizi lascia chiaramente intendere che questo non è un posto destinato alla massa, ma appannaggio di pochi facoltosissimi clienti che non badano a spese pur di accaparrarsi la preziosa location.

Chi avrà il privilegio di trovare una suite libera, all‘Hansar Bangkok vivrà un sogno meraviglioso, che si realizzerà in ogni istante del suo soggiorno.

Per saperne di più:

Sito Ufficiale dell’Hansar Bangkok

Vacanze da sogno: in Thailandia solcando le acque del Mar delle Andamane

Proponiamo una vacanza alquanto alternativa.
Una vacanza navigando per i mari legendari della Thailandia alla scoperta delle piccole isole degli arcipelaghi sparsi nel Mare delle Andamane.
Non è sicuramente una vacanza da pacchetto turistico, ma sicuramente sarà una vacanza indimenticabile.


Si salpa dalla meravigliosa isola di Phuket alla scoperta di arcipelaghi sconosciuti, parchi marini incontaminati, stiamo parlando di quei piccolissimi puntini che vediamo sulle mappe o sulle cartine geografiche.

Si naviga tra acque cristalline incontrando isole deserte, foreste pluviali, faraglioni e bianchissime spiagge.

Tra la miriade di isole incontriamo Koh Hong, Koh Lanta, Koh Adang, Koh Lipe, sono appena visibili sulle carte geeografiche più attendibili come quella della Royal Navy.

Cartina geografica del Mar delle Andamane

Questi piccoli ritagli di terra primitiva e lussereggiante, incorniciata da una mare trasparente, ricco di pesce di tutti i colori, rimangono ancora oggi un paradiso naturale.

Questi tratti di mare e queste preziose gemme della natura disperse nel Mar delle Anadamane sono ignorate dal grande turismo, mentre oggi attraggono velisti, charter di lusso, crociere i subacquei e amanti della vita alla “R. Crusoe”.
In questi posti magici si rievocano le gesta di una Thailandia leggendaria, quella che troviamo raccontata da Emilio Salgari, dove pirati malesi e cinesi imperversavano su queste antiche rotte commerciali. L’atmosfera che si respira solcando questi mari, sicuramente fa sognare e rimarrà scolpita nella vostra memoria.

Queste isole sono abitate da etnie sia thailandesi che di origine birmana. Questa popolazione è molto coridale e tranquilla, vivono in una serenità da far invidia agli dei dell’Olimpo.

Vivono di pesca e di raccolti di frutta. Il mare offre loro una vasta quantità di pesce (molto di questo è destinato al mercato di Bangkok). Non sarà difficle organizzare un’uscita di pesca con uno dei pescatori, sia di giorno che di notte.

Queste isole da poco hanno scoperto il turismo, un turismo sorpatutto di viaggiatori amanti della natura. Per lo più si fanno crociere o si soggiorna in uno dei  piccoli resort essenziali ma molto accoglienti che si possono trovare su quasi tutte le isole abitate. Per i resort su Koh Lanta potete dare un occhio a www.lantaresort.com

Altri siti utile per prenotare da dormire su queste isole sono: sempre su Koh Lanta (alberghi e resort Koh Lanta)

Per gli amanti degli abissi, questi luoghi sono tra i posti più belli al mondo sia per i fondali che per l’atmosfera che si respira in superfice. Se non siete in crociera, e quindi non isete attrezzati alle immersioni, non preoccupatevi, perchè troverete molti diving disponibili, tra cui il Koh Lanta Diving su Koh Lanta (www.diving-koh-lanta.com), oppure su Koh Lipe il Sabye Divers (www.sabye-sports.com)
I Charter (Yacht, catamarani e barche locali) solcano questi mari nella stagione secca (da dicembre ad Aprile) assicurano un servizio eccellente dall’equipaggiamento per snorkeling e immersioni alle cene a base di pesce preparate dagli Chef di bordo.

La partenza come abbiamo detto è da Pucket, una delle isole più famose delle Thailandia. I voli dall’Italia fanno scalo quasi tutti a Bangkok dove prenderete la coincidenza se non vi fermate prima qualche giorno nella Capitale. Una volta arrivati a Puket dipende da cosa avete prenotato,  potrete imbarcarvi e raggiungere il vostro… Paradiso.

Per Natale si viaggia

vacanze-natale-neve-2008

L’abbondanza di neve fa migliorare le vendite delle agenzie di viaggi.
Per Natale, nonostante la crisi economica si prevede un aumento delle vendite per le agenzie di viaggio. Le prenotazioni si concentrano tutte quasi per il periodo delle Feste Natalizie, questo grazie anche alle forti nevicate delle ultime settimane che hanno riacceso il mercato delle vacanze sulla neve. Le date più affollate sono quelle vicino al Capodanno e all’Epifania.
I dati fanno risaltare un notevole aumento in confronto al 2007. Questo lo confermano anche le Associazioni e le Federazioni del settore, meravigliati addirittura dalla notevole differenza dalla campagna sciistica dello scorso anno.
Altro dato positivo, in un mare di dati negativi che questa crisi sta creando ogni giorno di più, sono il tutto venduto dei voli Low Cost.
Le destinazioni più vendute sono state le capitali Europee, in vetta Praga, Amsterdam, Parigi e Berlino.

E poi anche un buon numero di prenotazioni per i Mari Caldi, Caraibi, Thailandia, Brasile, Messico, Argentina. Non poteva mancare il classico Natale a New York, dove da varie interviste dentro gli aeroporti scopriamo che per molti viaggiatori non è il primo Natale che trascorrono a New York, ormai sta diventando tradizione per molti.

Quindi si continua a viaggiare, si continua ad andare sulla neve, si continua ad andare oltre oceano anche se siamo circondati da un’ondata di malumore e di ristrettezze finanziare dovute alla crisi economica mondiale. Il cittadino medio europeo non si fa mancare la sua vacanza invernale.
Diciamo che oggi tramite i nuovi strumenti come internet, organizzarsi un viaggio a prezzi bassi è possibile, mentre per tutti gli altri prodotti la tendenza è sempre quella al rialzo.
Quest’anno che hai ricevuto per regalo? Un viaggio :o)

vacanze-natale-tropici-2008