Week end in Costiera: la bellezza di Ravello

Week end a Ravello

In tanti hanno apprezzato negli anni la bellezza di un week end in Costiera, per i suoi colori, per i suoi odori, per il suo mare, per la sua storia.
Una infinità di paesini che si arrampicano ammirando il bel mar Mediterraneo e riscaldandosi al sole.
Ravello è sicuramente uno dei borghi più belli di questo tratto frastagliato di costa. Il fascino irresistibile di questo angolo di costiera ha fatto innamorare molti tra artisti e celebrità fin dal lontano 1350 quando Boccaccio lo citò sulla sua celebre opera, il “Decamerone”

Questa deliziosa località a 350 metri sul livello del mare ha sicuramente molte ricchezze storiche culturale e architettoniche che possono riempire le vostre giornate di vacanza in Costiera, ma non parlo solo del Duomo di San Pantaleone o delle Chiese Romaniche o dei suoi stupendi paesaggi. Ravello visita infatti di essere visitata anche per i suoi due gioielli rappresentati da Villa Rufolo e Villa Cimbrone.

Week end a Ravello
Villa Rufolo a Ravello

1- Villa Rufolo
La torre quadrangolare che costituisce l’accesso di Villa Rufolo si trova sulla destra di Piazza del Vescovo, la piazza sulla quale sia affaccia anche il già citato Duomo. La villa è uno stupendo insieme di edifici dallo stile a metà tra l’arabeggiante ed il tipico stile architettonico siculo risalenti alla seconda metà del Duecento.
La villa apparteneva alla famiglia Rufolo che la fece costruire in tutta la sua maestosità proprio per simboleggiare la ricchezza del casato.

Oggi, mantenendo il suo antico splendore, è sede dell’Antiquarium, un museo archeologico. Visitandola troverete aperti al pubblico anche il Chiostro in stile moresco, ottimo mantenimento dell’originaria struttura, la Torre maggiore dell’altezza di 30 metri, ed i giardini esoticamente suggestivi che si dice furono fonte d’ispirazione per il compositore tedesco Wagner nella composizione del secondo atto del Parsifal. Wagner infatti sembra capitò qui durante una vacanza in Costiera nel 1880 definendoli “giardino incantato”.

Ogni anno sono proprio i giardini di Ravello a fare da cornice ai concerti del Festival Wagneriano, attesissimo appuntamento annuale di musica classica.
Approfittate di un giro in questi suggestivi giardini e arrivati al Belvedere dal quale si gode di una stupenda vista sul Golfo.

Week end a Ravello
Villa Cimbrone a Ravello

2- Villa Cimbrone
Anche Villa Cimbrone ammaliò, nel vero senso della parola, illustri personaggi tra i quali Wiston Churchill o anche l’attrice Greta Garbo o la scrittrice Virginia Woolf.
Villa Cimbrone è una antica dimora patrizia che, agli inizi del ‘900, passò sotto la proprietà diell’inglese Ernest William Beckett.

Il complesso della villa è piuttosto ampio, tanto da contenere, al suo centro, anche un prestigioso hotel di categoria 4 stelle.
Da ammirare comunque il chiostro in stile arabo siculo, e decorato con frammenti marmorei, terrecotte, bassorilievi, e anche la Cripta in stile gotico.

Numerose bellezze artistiche sono ammirabili anche nel vasto giardino che circonda la villa. Qui si perdono nel verde il Poggio di Mercurio, il Tempietto di Bacco, la Grotta di Eva, la Terrazza delle Rose, una statua in bronzo del David e la Sala da Tè.
Durante la vostra passeggiata approfittate del Viale dell’Immenso coperto da un pergolato di glicini bianchi e azzurri sorretto da un colonnato. Il viale vi condurrà al Tempio di Cerere posto proprio alla fine del viale.
Superate il Tempio per arrivare a concludere la vostra passeggiata tra le bellezze di Ravello, sul Belvedere di Villa Cimbrone che vi aprirà avanti agli occhi uno spettacolare quadro che spazierà sull’immensità del golfo fino ad arrivare addirittura alle bellezze archeologiche di Paestum.

 

Cosa vedere a Vienna in un week end

Vienna, indiscutibilmente una delle più belle capitali europee e la più bella dell’Austria, di notevole importanza storica, basta pensare che questa città è stata il punto nevralgico della dinastia degli Asburgo che ha dominato l’Europa per molti secoli.

Polo di riferimento della cultura mitteleuropea, ancora oggi il suo aspetto ricorda il suo glorioso passato, parliamo di una metropoli in cui l’arte, nella sua interezza, si respira ad ogni angolo. Castelli, chiese, musei e meravilgiosi palazzi la rendono una città in cui si respira un atmosfera unica e imperdibile. Praticamente il luogo ideale per trascorre una vacanza di un week end, magari in compagnia del vostro partner o perchè no con tutta la famiglia, del resto è una città a misura d’uomo, in cui ci si muove benissimo sia con i mezzi che a piedi, per l’alloggio non c’è problema: non dimentichiamo che di hotel Vienna ne è piena.

Foto di RMC-International

Le attrazioni turistiche da vedere a Vienna sono innumerevoli in questo luogo in cui tradizione e innovazione vanno di pari passo, si può cominciare visitando uno dei suoi splendidi palazzi imperiali, fra tutti il Hofburg caposaldo della monarchia degli Asburgo, visitare le sue stanze significa essere immersi in uno sfarzo senza eguali, o ci si può recare alla Camera del Tesoro degli Asburgo, dove al suo interno è custodito il tesoro della dinastia imperiale (considerato uno dei più grandi e inestimabili del mondo) dove potrete ammirare, fra i mille cimeli, la prestigiosa corona imperiale (creata appositamente per l’incoronazione di Ottone primo, imperatore del Sacro Romano Impero) o la sciabola di Carlo Magno.

Una tappa assolutamente da non rinunciare durante la vostra vacanza austriaca è rappresentata dal famoso parco Prater, dove è d’obbligo un giro sulla gigantesca ruota panoramica, per godere di una vista mozzafiato di tutta la città. Anche passeggiare mano nella mano nel centro (area interamente pedonale), lungo le strade di Graben e Karntner Strasse è un esperienza unica e imperdibile per tutti coloro i quali abbiano deciso di visitare questa incantevole città.

Vi ricordiamo inoltre come Vienna non sia solo un ammaliante insieme di palazzi storici, chiese ed edifici tradizionali, molte sono in effetti le moderne strutture architettoniche che la caratterizzano delinenado un accativante mix tra tradizione, storia e design.

Se siete degli amanti incalliti dell’arte e della cultura, allora dovete assolutamente ritagliare del tempo alla vostra vacanza e recarvi al Museums quartier, che con i suoi 60.000 mq è una delle zone museali più grandi del mondo.

Parliamo quindi di una città unica e completa, che riesce ad accontentare tutte le tipologie di visitatori che si aggireranno per le vie di questa città incantati e completamente rapiti dalla sua bellezza quasi come stessero ballando un valzer.

Un week end a Parigi

Tra le città più affascinanti dove trascorrere un fine settimana c’è senza dubbio Parigi. Tuttavia la capitale francese propone ai turisti un’offerta turistica davvero incredibile, ricchissima, ed è sempre difficile, soprattutto quando si ha a disposizione un tempo così limitato scegliere cosa è meglio vedere, che ricordi portarsi dietro della città in attesa di ritornarci. Ecco quindi una breve guida per un week end a Parigi con le attrazioni assolutamente da non perdere.

La prima meta non può che essere il Louvre: il museo più visitato al mondo custodisce alcune delle opere principali della storia dell’arte. Passeggiando tra le sue innumerevoli stanze e corridoi si avrà la nette percezione di fare un lungo viaggio attraverso i secoli, dall’arte egizia alla greca, dalla romana alla medievale, dalla rinascimentale fino all’800. La Gioconda di Leonardo catalizza l’attenzione di tutti ma non sono da meno le opere di Michelangelo, Caravaggio, Giotto, della scuola fiamminga e di quella francese.

Un’altra giornata del fine settimana a Parigi deve essere necessariamente trascorsa a Disneyland: il parco tematico che si trova pochi km fuori dal centro cittadino è un paradiso soprattutto per i più piccoli che possono giocare con i propri beniamini e cimentarsi in elettrizzanti attrazioni, giostre e giochi di ogni tipo. Il parco vi rapirà per la sua capacità di divertire e coinvolgere.

Il tempo rimanente può essere impiegato in una visita ad altre attrazioni della città: basta passeggiare per il centro e restare a bocca aperta di fronte all’eleganze degli illuminati Champs-Élysées, all’imponenza della Torre Eiffel, alla maestosità della Cattedrale di Notre Dame, alla magnificenza dell’Arco di Trionfo, all’incredibile splendore della Sainte Chapelle, uno dei monumenti gotici più belli al mondo ed al fascino del Panthéon, il luogo dove sono seppelliti alcuni eroi francesi come il filosofo Voltaire e lo scrittore Victor Hugo.

Infine, per trascorrere una piacevole e diversa serata, il consiglio è quello di cenare nel quartiere Montmartre, famoso per essere stato il posto dove hanno vissuto e lavorato famosissimi artisti dalla fine del XIX e l’inizio del XX secolo. Sulle sue stradine acciottolate si affacciano ristoranti, pub e bar per assaporare la cucina tipica francese e concludere la serata con un bel bicchiere di vino.