Settimana bianca 2015: le mete più costose

C’è chi cerca il low cost, chi invece vuole sognare e prenota una vacanza extra lusso con ogni servizio possibile. Quali sono quindi le mete per la settimana bianca 2015 assolutamente di lusso?

Sembra che la Svizzera detenga il trono delle mete di lusso sulla neve dato ospita il maggior numero di destinazioni costose sulla neve, seguita poi dalla Francia e dall’Austria, mentre l’Italia di cui ci lamentiamo tanto sembra essere solo quarta in questa graduatoria inversa.

stanton_2La località in assoluto più costosa sembra essere l’austriaca St Anton dove un albergo, prendendo ad esempio la spesa di una famiglia di 4 persone, può arrivare a costare più di 4000 € a settimana.

saint moritzAl secondo posto inizia la sua presenza la Svizzera con la conosciutissima St Moritz dove anche solo mangiare può prevedere un budget settimanale di quasi 800€.

val-d'isere-street-evening_1346La terza posizione è occupata dalla Val’ d’Isere in Francia dove la spesa più ingente sembra essere lo skypass: una settimana di skypass in alta stagione sfiora i 1000€.

Seguono il podio la svizzera Zermat, la francese Val Thorens e di nuovo si torna in Svizzera Flims Laax Falera e poi in Austria con Ischgl. La prima e unica italiana presente in classifica è Cortina d’Ampezzo posizionata all’ottavo posto: qui una famiglia di quattro persone può pagare per una settimana l’hotel quasi 4000€ e gli skypass circa 800.

Chiudono la classifica della top 10 delle mete più costose e lussuose dello sci la svizzera Verbier e la francese Tignes che si tiene bassa solo per il costo “economico” delle lezioni di sci.

Un weekend a Parigi alla scoperta dei quartieri più belli

Prima o poi nella vita si finisce, per un motivo o per l’altro a Parigi almeno per un week end.

Che vi piaccia o no, che sia per curiosità o perchè la vostra metà vi costringe o anche perchè insistono i vostri figli che vogliono arrivare all’Eurodisney Parigi vi vedrà tra i turisti del week end francese. Inutile dire che una città così ampia è decisamente difficile da visitare con tre giorni, spesso neanche interi considerando gli orarid dei voli, comunque un week end a Parigi può essere la piccola dose iniziale di questa città per capire se volete o non volete approfondire in futuro la conoscenza della ville lumiere.

Come organizzare il vostro week end a Parigi e cosa vedere.

Perderete parte del primo giorno per arrivare in città, che sia un viaggio in treno o in aereo almeno la mattina vi servirà per arrivare in albergo quindi, una volta volta posate le valigie buttatevi il più presto possibile tra le strade di Parigi.

Una prima tappa per molti che arrivano a Parigi è proprio la Tour Eiffel. Che piaccia oppure che la si critiche, una fotografia con sfondo questo simbolo della città non può mancare tra i vostri ricordi. Prendete la metropolitana fino a Trocadero e ammirate la torre ed i suoi giardini dall’alto di questa terrazza proprio di fronte al Palais de Chaillot.

Potete decidere di salire sulla torre, ma calcolate che dovrete fare un bel pò di fila, nel week end è sempre tanta la gente che aspetta per salire sulla Tour Eiffel.

Dalla torre potete puntare ad una bella passeggiata lungo la Senna, o magari aggiungere una gita su uno dei Bateau che, percorrendo il fiume, vi darà una prospettiva del tutto nuova della città. Dopo esservi preparati per la cena potete buttarvi tra i quartieri più vivi di Parigi per assaporare un pò di vita notturna. Tra i quartieri più apprezzati per un pò di vivacità abbiamo sicuramente il Quartiere Latino e Saint Germain.

Per il resto dell’itinerario preparatevi ad una lunga camminata, ne avrete da girare per riuscire a vedere il più possibile della città. Potreste dirigervi verso l’Ile de la Citè da molti considerato il cuore della città. Un’isola al centro della Senna nel bel mezzo di Parigi collegata al resto della città da nove ponti. In questa zona troverete Notre Dame, la Saint Chapelle ed il Quartiere Latino.

Altra grande attrazione di Parigi da non perdere sono probabilmente gli Champs Elysees sicuramente spettacolari per la loro ampiezza e ricchezza, per le loro immense boutique e, in alcuni periodi, come ad esempio a Natale, anche stupendamente illuminati. Dagli Champs Elysees potete spostarvi verso il Louvre, il museo più visitato al mondo. Visitare il suo interno vi richiederebbe un giorno intero, quindi decidete se entrare o guardare solo gli esterni con la conosciuta piramide di vetro, o ancora se volete visitare solo una sezione dell’immenso museo.

Molto carina è anche la zona di Beaubourg, una vera e propria ragnatela di stradine che si sviluppano intorno al Centre Pompidou una struttura moderna con lo zampino italiano: è stata progettata dal nostro Renzo Piano.

Per gli amanti dell’arte si deve studiare anche se entrare o non entrare in un altro grande e conosciuto museo come il Museo d’Orsay, museo di arte contemporanea che tra l’altro ospita Manet, Pissarro, Monet, Cézanne, Gauguin e molti altri.

Un consiglio è di non mancare la zona di Montmartre, in assoluto la mia preferita. Sembra una zona più periferica della città , in realtà è una sorta di secondo cuore parigino con stradine e stupendi negozi molto “alla francese”, artisti di strada e via dicendo: è qui che probabilmente si respira di più l’aria parigina che piace tanto a tutto il mondo. In questa zona si trova anche il Moulin Rouge e la Basilica del Sacro cuore… un vero e proprio salto tra sacro e profano

Amanti del cibo? Ecco alcune delle esperienze da non perdere

spezie

C’è chi viaggia per andare alla scoperta di nuove culture, per scoprire nuovi mondi, per rilassarsi in qualche spiaggia esotica o per staccare la spina dalla propria routine. E se invece decidessimo di viaggiare per andare alla scoperta della cucina dei popoli stranieri e per scoprire nuovi cibi e sapori da degustare? Ecco alcune esperienze per gli amanti del cibo che sono assolutamente da non perdere.

La Cina

cucina cinese
Spezie, oli e sapori originali. La cina ha sviluppato nel corso degli anni varie realtà gastronomiche, ognuna con le proprie caratteristiche. Otto sono le tradizioni culinarie da poter degustare nell’enorme paese: lo yuecai, il mincai, il lucai, lo huicai, lo zhecai, il sucai, lo xiangcai ed il chuancai. Tutte queste tradizioni hanno un proprio lessico culinario; ogni spezia, ogni salsa ed aroma ha un proprio nome specifico a seconda dell’area geografica di riferimento. Compiere un viaggio alla scoperta di questi sapori, dunque, equivale ad un viaggio alla scoperta di ben otto paesi diversi.

Thailandia

cucina thailandese
I thailandesi sono sempre stati fortmente entusiasti per il cibo! il grande panorama gastronomico che ne è venuto fuori è davvero affascinante. Usanze locali e tradizioni secolari si sono unite in un mix di sapori unici nel loro genere. Famosi in assoluto sono i loro Noodles, dai sapori forti e speziati che sapranno accontentare quasliasi tipo di palato alla ricerca di cibi originali e dai sapori autentici

La Francia

cucina francese
Di certo non sono i francesi che hanno inventato la cucina, ma sicuramente sono i primi in assoluto che ne hanno fatto una vera e propria forma d’arte. Aromi e prodotti locali dai sapori unici, la cosiddetta Haute Cusine saprà deliziare il vostro palato facendovi scoprire piatti deliziosi ed originali. I prodotti locali, l’olio, i tartufi e delizie di ogni genere sono pronti per essere mescolati in un mix di pietanze che possono accontentare anche i palati più raffinati. davvero originale è il Marché de Truffes Richerenches, a nord di Avignone, nella Provenza, dove poter acquistare ed assaporare i tartufi più buoni dell’intera Francia.

Il Messico

cucina messicana
Considerato il pilastro della cucina latinoamericana, il Messico offre una grande varietà di gusti e colori da poter degustare durante il vostro viaggio culinario. grazie ai numerosi gruppi indigeni che vivono nel paese, ciascuno con il proprio patrimonio di ricette, il Messico è ricco di una tradizione culinaria a dir poco straordinaria. Tortillas, quesadillos, papaya ed insetti vi attendono per farvi scoprire prodotti dai sapori unici. Nella parte nord del paese si mangia il capretto ed il manzo; al centro sono famosi i Nopal (ovvero una varietà di cactus); al sud invece c’è una grande quantità di pollame e di verdure.

Vacanze in Costa Azzurra

costa azzurra

Scegliere bene la destinazione per le proprie vacanze è importante per la perfetta riuscita del proprio viaggio. Spesso non si sa bene cosa si vuole e dove andare. Prenotare una vacanza in costa azzurra potrebbe essere l’ideale per chi ha voglia di trascorre qualche giorno in luogo di mare elegante, dai paesaggi stupefacenti e che regala anche numerosi divertimenti.

Deve il suo nome allo scrittore Stephen Liegeard che chiamò in questo modo il tratto di coste che parte da Mentone ed arriva a Cannes. La ricca borghesia del nord Europa, fin dall’inizio del XX secolo, amava trascorrere in questo luogo le proprie vacanze grazie al suo clima mite e ai magnifici paesaggi che ha da offrire. Molti personaggi celebri ancora oggi trascorrono le proprie vacanze in Costa Azzurra così come artisti e letterati in cerca di una fonte di ispirazione.

costa azzurra

Considerato uno degli luoghi più suggestivi di tutta Europa ha davvero molto da offrire ai suoi ospiti. Molte sono le località turistiche in grado di ospitare turisti provenienti da tutto il mondo:

Mentone, famosa per le sue piantagioni di ulivo ed agrumi e per i suoi splendidi giardini che ospitano al loro interno una grande varietà di palme e fiori dai colori vivaci e variopinti. Suggestiva anche la città vecchia dove poter passeggiare per le bellissime vie acciottolate ed andare alla scoperta delle sue bellezze architettoniche.

Principato di Monaco. E’ il più piccolo stato sovrano dopo quello della Città del Vaticano che ospita al suo interno eleganti edifici, come il Palazzo dei Principi Grimaldi o la Cattedrale, ed il famoso casinò di Montecarlo che con i suoi saloni stile 1800 e la bellissima terrazza che si affaccia sul mare regalandone un’atmosfera fiabesca, ospita moltissimi turisti in cerca di eventi culturali e sportivi.

Nizza. Sorge su una stretta pianura che si affaccia sul Mar Mediterraneo ed è la città più importante della Costa Azzurra. Spiagge da sogno, musei di artisti neorealisti e di celebri pittori francesi come Matisse o Chagall, cattedrali e palazzi dai decori a dir poco spettacolari, buon cibo, locali sulla spiaggia ed un clima mite regalano piacevoli momenti a chiunque abbia voglia di trascorrere una divertente vacanza lontani propria quotidianità. (info e mappe sul sito ufficiale dell’ufficio turistico di Nizza http://it.nicetourisme.com)

costa azzurra

Cannes. Antico villaggio di pescatori oggi è una splendida cittadina che si affaccia sul mare che offre molto ai suoi ospiti: la Cattedrale di Nostra Signoria (in stile gotico), il Castello, le meravigliose spiagge dalla sabbia finissima ed il lungomare ricco di boutique pregiate e palme vi attendono per farvi trascorrere dei giorni indimenticabili. E’ qui che viene ospitato il Festival del cinema, prestigioso evento dedicato alla cinematografia.

Saint Tropez. Considerata la destinazione più amata della Costa Azzurra è una splendida località di mare che offre un mare cristallino e spiagge dalla finissima sabbia bianca. Molti personaggi dello spettacolo come B. Bardot hanno contribuito a crearne il mito che ne fa oggi una delle capitali più affascinanti del turismo internazionale. Il piccolo porto circondato da case colorate ospita lussuosi yacht che si affiancano alle barche sobrie dei pescatori del luogo. particolare anche La Ponche, il quartiere degli artigiani in cui trovare originali negozi ed ottimo cibo.

Mare cristallino, splendidi paesini e borghi, scenari naturali incantevoli e lussuose località balneari sono la miscela perfetta per una vacanza da sogno!

Per approfondire meglio tutte le informazioni necessarie per organizzare la vostra vacanza in Francia sulla Costa Azzurra vi segnaliamo alcuni siti ufficiali degli enti e degli uffici del turismo it.rendezvousenfrance.com oppure it.franceguide.com dove troverete informazioni e mappe sulla Costa Azzurra.

Buon Viaggio da BlogVacanze.com

Week end a Marsiglia: capitale della Cultura

Marsiglia-Francia

Marsiglia è una città del sud della Francia caratterizzata dalla presenza di una moltitudine di culture che si intrecciano e convivono al suo interno, una caratteristica tanto forte che Dumas la definì “il punto d’incontro di tutto il mondo”.

Il 2013 per Marsiglia ha significato la nomina a Capitale Europea della Cultura e nel rispetto di questo titolo ha realizzato un ricco programma di eventi e manifestazioni che si susseguiranno tutto l’anno in un complessivo di più di novecento diversi eventi.

Euromed center di Marsiglia

Chiunque sia intenzionato ad organizzare un week end a Marsiglia avrà più di una occasione anche dopo la partenza ufficiale del programma annuale avuta il 12/13 gennaio 2013.

Per gli amanti della fotografia interessante sicuramente sarla “Vestiges 1991-2012”: una retrospettiva di foto e filmati di Joseph Koundelka incentrati sul tema “Siti archeologici del Mediterraneo” e che sarà possibile ammirare fino a metà aprile alla Vieille Charitè.

Marsiglia

Destinata poi a giugno l’apertura del MuCEM- Museo della Civiltà dell’Europa e del Mediterraneo.

Nel vostro week end a Marsiglia vi consigliamo poi di includere una visita al quartiere di Panier la zona più antica di Marsiglia, o anche una salita a Notre Dame de la Garde da dove godere di una meravigliosa vista sul porto vecchio.

Le migliori spiagge d’Europa

Le vostre prossime vacanze estive ormai incombono. Molto spesso ci troviamo davanti ad una vasta scelta di destinazioni che ci impedisce di scegliere tranquillamente. Infatti vorremmo andare in tutte senza perdere nulla di nessuna. Però, purtroppo, alla fine siamo costretti a scegliere dove passare le nostre prossime vacanze. Se state ancora decidendo dove passarle questa lista riporta alcune delle migliori spiagge d’Europa sicuramente vi darà una mano.

Cannes, Francia
Cannes, famosa per ospitare il Festival Internazionale del Film, è famosa anche per avere le migliori spiagge d’Europa. La Croisette, 12 km di sabbia bianca è il più ricercato punto d’incontro tra i turisti che visitano questo paese. Le spiagge pubbliche a Cannes offrono moltissime attività ricreative, molto popolari tra i villeggianti. Sia che vogliate goderla di giorno tra il sole e la sabbia sia che vogliate immergervi nella sua movimentata vita notturna questa località non vi deluderà. Se siete in cerca di un meritato riposo, e se siete disposti a sborsare qualche soldo, si può optare per uno dei pochi lidi isolato presenti nelle spiagge private.

Tarifa, Spagna
La spiaggia di Tarifa in Spagna è un luogo incantevole, dove il Mediterraneo incontra l’Oceano Atlantico. I 10 km del tratto di spiaggia di sabbia bianca è una delizia per i surfisti e gli amanti del birdwatching. Questa spiaggia europea ha le condizioni ideali per attività sportive come il windsurf. Se siete amanti della natura è possibile provare l’emozione di guardare la balena o delfino che nuotano in libertà. Se volete semplicemente trascorrere un po’ di tempo lontani dalla routine, una passeggiata sulla sabbia bianca è una scelta ideale. Dalla spiaggia rifatevi gli occhi con la vista spettacolare delle montagne del Rif in Marocco.

Playa de la Concha, San Sebastian, Spagna
La Playa de la Concha è una delle spiagge più belle della città di San Sebastian in Spagna. Questa spiaggia di 1.350 m di lunghezza e 40 m di larghezza si trova a ovest del fiume Urumea. Si tratta di una spiaggia urbana, molto famosa in tutto il mondo e quindi molto popolata tutta l’estate. La sua sabbia finissima e il suo mare pulito la rendono una delle spiagge più belle, non solo in Spagna ma in tutta Europa.


Queste spiagge europee hanno raggiunto con successo un posto sulla mappa delle migliori spiagge del mondo. Devono essere visitate almeno una volta nella vita per sperimentare la gioia di essere nel grembo della natura.

Un week end a Parigi

Tra le città più affascinanti dove trascorrere un fine settimana c’è senza dubbio Parigi. Tuttavia la capitale francese propone ai turisti un’offerta turistica davvero incredibile, ricchissima, ed è sempre difficile, soprattutto quando si ha a disposizione un tempo così limitato scegliere cosa è meglio vedere, che ricordi portarsi dietro della città in attesa di ritornarci. Ecco quindi una breve guida per un week end a Parigi con le attrazioni assolutamente da non perdere.

La prima meta non può che essere il Louvre: il museo più visitato al mondo custodisce alcune delle opere principali della storia dell’arte. Passeggiando tra le sue innumerevoli stanze e corridoi si avrà la nette percezione di fare un lungo viaggio attraverso i secoli, dall’arte egizia alla greca, dalla romana alla medievale, dalla rinascimentale fino all’800. La Gioconda di Leonardo catalizza l’attenzione di tutti ma non sono da meno le opere di Michelangelo, Caravaggio, Giotto, della scuola fiamminga e di quella francese.

Un’altra giornata del fine settimana a Parigi deve essere necessariamente trascorsa a Disneyland: il parco tematico che si trova pochi km fuori dal centro cittadino è un paradiso soprattutto per i più piccoli che possono giocare con i propri beniamini e cimentarsi in elettrizzanti attrazioni, giostre e giochi di ogni tipo. Il parco vi rapirà per la sua capacità di divertire e coinvolgere.

Il tempo rimanente può essere impiegato in una visita ad altre attrazioni della città: basta passeggiare per il centro e restare a bocca aperta di fronte all’eleganze degli illuminati Champs-Élysées, all’imponenza della Torre Eiffel, alla maestosità della Cattedrale di Notre Dame, alla magnificenza dell’Arco di Trionfo, all’incredibile splendore della Sainte Chapelle, uno dei monumenti gotici più belli al mondo ed al fascino del Panthéon, il luogo dove sono seppelliti alcuni eroi francesi come il filosofo Voltaire e lo scrittore Victor Hugo.

Infine, per trascorrere una piacevole e diversa serata, il consiglio è quello di cenare nel quartiere Montmartre, famoso per essere stato il posto dove hanno vissuto e lavorato famosissimi artisti dalla fine del XIX e l’inizio del XX secolo. Sulle sue stradine acciottolate si affacciano ristoranti, pub e bar per assaporare la cucina tipica francese e concludere la serata con un bel bicchiere di vino.

Trasparenze e design. Parigi si rifà il look

Grandi cambiamenti in vista per due luoghi simbolo della capitale francese: la Tour Eiffel e il Museo d’Orsay.
Il simbolo del romanticismo nel mondo, sta per diventare ancora più attraente; parola dell’idealista Alain Moatti, che a febbraio avvierà il restyling del primo dei tre piani della Dama di Ferro. Qui l’idealista francese installerà un pavimento e nuove strutture completamente trasparenti, che daranno al visitatore la sensazione di camminare nel vuoto a 54 metri d’altezza.

Altra importante novità a Parigi riguarda il famoso ristorante, il 58 Tour Eiffel, che sarà completamente rivisitato per dargli una vista panoramica mozzafiato sul centro di Parigi. Il costo dei lavori, che si protrarranno per tutto il 2012, si aggira intorno ai 25 milioni di euro ma il risultato, garantisce Moatti, sarà spettacolare.

museo d'orsay
Museo d’Orsay

Novità in vista anche per uno dei più importanti musei di Parigi, il grande tempio degli impressionisti, il Museo d’ Orsay che, a 25 anni dalla sua inaugurazione, vedrà l’apertura di nuove sale e la riorganizzazione delle attuali, per un percorso più fluido e coerente. Ma non è tutto: l’antico Pavillone Amont, rimasto inutilizzato fino ad oggi, vedrà nuova vita. I suoi 2000 metri quadri di superficie saranno infatti dedicati all’Art Nouveau e ad opere di design ultramoderno.

Parigi sembra volersi prendere dunque una rivincita sulle moderne capitali europee con un mix di futuristiche strutture trasparenti ed arte contemporanea con un occhio sempre attento al romanticismo.

Il Design Retro-Futuristico del Kube Hotel a Parigi

Parigi è considerata la città dell’amore e del romanticismo. Come dare torto a tutte quelle migliaia di turisti che arrivano qui per trovare proprio quell’atmosfera incantata e sognante che la città possiede? Ma il fascino di Parigi viene anche dalle sue meravigliose bellezze, dai suoi musei e dalle celebri boulevard con i negozi più alla moda e raffinati, primi fra tutti gli Champs Elysées. A sera tara poi diventa quasi un obbligo cenare nei tipici bistro o ristorantini del centro, annaffiando il tutto con una belle coppa di champagne.

Tra le cose più caratteristiche in città, sta prendendo sempre più piede l’abitudine di regalarsi una vacanza completamente originale e raffinata in uno dei tantissimi hotel di Design di Parigi, sempre più numerosi, e uno dei più famosi al momento è il Kube Hotel a Montmartre, che oltre ad essere un bellissimo hotel di Design è anche uno degli alberghi di lusso più di tendenza della città. L’unicità del Kube Hotel di Parigi consiste in un design definito Retro-Futuristico delineato dalle forme geometriche, lineari, stravaganti e colorate dei suoi arredi, come ad esempio il Banco alla Reception tutto in materiale plexiglas. 26 camere moderne ed eccentriche e 15 spettacolari suite sono accessoriate delle forniture più moderne e gli optional naturalmente rappresentano tutti gli ultimi ritrovati in fatto di tecnologie all’avanguardia.

Il ristorante infine concede tutti i prelibati sapori della cucina francese, ma l’atmosfera eclettica e divertente si accende durante la serata quando il DJ stravolge gli schemi con la musica più moderna ad altissimo volume. Lo Snack Tube vi aspetta con raffinati spuntini tutto il giorno, la palestra offre i macchinari e le attrezzature più attuali e, per chi dovesse incontrare i propri soci in affari, il centro business sarà il vostro segreto per il successo.

Per soddisfare la vostra curiosità e saperne di più sul Kube Hotel di Parigi allora consultate il sito ufficiale: http://www.muranoresort.com/