Zurigo e i mercatini di Natale

zurigo-natale-mercatiniElegante, raffinata, lascia a bocca aperta già dall’arrivo al suo scalo, un aeroporto che assomiglia ad un enorme e lussuoso centro commerciale. Forse assomiglia ad una donna di classe un pò “sulle sue”, ma Zurigo sa affascinare soprattutto se la si raggiunge a Dicembre sotto le feste di Natale.

Sotto Natale però un aspetto in più la rende stupende e luccicosa: il suo mercatino di Natale che dal 1993 è ospitato nella stazione centrale, più precisamente nella Hall della Hauptbahnhof che ogni dicembre si trasforma nello Zurcher Christkindlimarkt im ShopVille – Railcity.

Il Mercato di Natale di Zurigo è formato da circa 160 baite di legno che vendono di tutto: cappelli, pezzi di artigianato, spezie, sciarpe di seta, giocattoli e decorazioni natalizie. Ampia anche l’offerta culinaria che va dalle patate al cartoccio al salmone affumicato, dalle salsicce alle pannocchie arrostite, dalle crepes ai formaggi alle raclette.

Mercatini di Natale di Zurigo

 

Un consiglio è di fermarvi nello speciale reparto dedicato ai dolci e gustarvi una nideltafeli (una caramella non molto dietetica composta da burro e zucchero caramellato), oppure delle praline magenbrot, o panpepato, frittelle di mele, o ancora torrone e cioccolato a volontà.

E’ famosissimo anche l’albero di Natale della stazione centrale: 25 metri di albero abbelliti da 5000 statuine di Swarovski.

Sicuramente questo è il primo mercatino in cui ci si imbatte arrivando a Zurigo, inoltre molto comodo nei giorni di pioggia, essendo coperto, ma non è di certo l’unico mercatino della città.

Ad esempio nella parte vecchia della città, vicino al Municipio (Rathaus) viene allestito il Weihnachtsmarkt in der Altstadt, riconosciuto come il mercato più vecchio della città composto da 120 casette di legno e la solita suddivisione tra area shopping e area “mangereccia”.

Una terza area mercato è quella dedicata al mercato di City-Weihnachtsmarkt al centro della Bahnhofstrasse anche se si tratta di un mercatino molto più intimo con le sue 12 casette.

Mercatini di Natale di Zurigo

 

Quì un’attenzione particolare è riservata ai bambini ai quali è dedicato il palcoscenico a forma di albero di Natale dove ogni pomeriggio si esibiscono cori di bambini in canti natalizi. Vicino alla stazione centrale ogni dicembre viene aperta una grande pista di pattinaggio abbellita da spettacolari scenografie.

Festeggiare il Natale a Londra

Il Natale in Gran Bretagna e soprattutto a Londra, è particolarmente sentito ed il mese di dicembre è tutto un fremito di preparativi, di acquisti, di luci di addobbi.

Le stesse azienda mettono in piedi i Christmas Party nei locali o negli stessi uffici per festeggiare il Natale.

Tutto sembra un gran caos e la folla si ammassa per le strade della città, ma improvvisamente tutto cambia… il 25 ed il 26 la città sembra avere un nuovo volto ed i londinesi si chiudono in casa per i festeggiamenti in famiglia mangiando il rituale tacchino ripieno con mirtilli al seguito e come dolce il Christmas Pudding.

Naturalmente tutto dura poco perché dal 27 riinizia il fremito di capodanno, senza considerare che molti negozi proprio in questo periodo fanno partire i saldi di stagione.

Paradossalmente, se volete scappare dalle feste in famiglia il giorno di Natale e quello di Santo Stefano sono i migliori per visitare la città con tutti i suoi addobbi natalizi soprattutto le luminarie delle strade più famose come Regents Street, Oxford Street e Carnaby Street.

Come festeggiare il Natale a Londra?

1-Ogni anno la città si va arricchendo di nuovi mercatini di Natale e questi sicuramente possono essere una prima cosa da fare in città.

Sicuramente sono imperdibili i mercatini di Camden Town, Portobello e Borough Market, ma troverete bancarelle anche a Covent Garden o anche Oxford Street.

2-Tra le altre cose da fare a Londra a Natale sicuramente aggiungerei un pò di attività fisica su una delle grandi piste di pattinaggio che ogni anno popolano la città: tra le più gettonate troverete la pista di Somerset House (aperta in genere da metà novembre fino alla fine delle feste), Natural History Museum Ice Rink o ancora Parklife Oxford Street e Canada Wharf.

3-Non potete andare a festeggiare il Natale a Londra e tornare a casa senza aver assistito almeno ad un musical o ad un concerto di Natale. Vi segnalo i concerti natalizi della Royal Albert Hall e quelli di Trafalgar Square che sotto Natale vengono svolti sotto il grande albero.

Natale a Londra

Andare in vacanza a Natale: le destinazioni più amate

caraibi

Partire d’inverno è sempre stato il sogno di molti Italiani. Storicamente abituati a partire in massa ad agosto alla chiusura di fabbriche ed uffici, partire fuori stagione sembra donare un senso di libertà assolutamente maggiore.

Senza considerare poi la possibilità di rientrare dalle ferie sfoggiando un’abbronzatura invidiabile e che scatenerà l’invidia dell’odiata o odiato collega che invece è rimasto tra le mura domestiche tra parenti, suocere e bambini urlanti.

Una delle vacanze più apprezzate dagli italiani per natale negli anni sembra essere sempre stata la crociera. Nonostante il clima non sia dei migliori in molti hanno anche apprezzato una crociera nel Mediterraneo che permette di raggiungere climi un pò più miti senza allontanarsi troppo dall’Italia, senza però non notare l’ondata di persone che si è imbarcata oltre oceano per una bella crociera ai Caraibi.

natale-new-york

Altra destinazione natalizia inossidabile sicuramente New York che, nonostante il clima incredibilmente freddo, ha creato nell’immaginario di tutti un capodanno di strada da sogno.

Apprezzata oltre oceano sicuramente anche Miami, con il suo clima più caldo e la vicinanza ai parchi divertimento di Orlando.

Anche se negli scorsi anni l’alternativa Mar Rosso con Sharm e Marsa Alam la facesse da padrona con prezzi molto più abbordabili, quest’anno sicuramente non sarà una delle opzioni più ricercate data la difficoltosa situazione politica.

capo verde

Amato dagli appassionati di Kitesurf e Windsurf sicuramente è l’arcipelago di Capoverde, un agglomerato di nove isole, tra le quali le più famose Sal e Boavista, un tempo sotto il dominio Portoghese. Oltre ad un patrimonio naturale invidiabile, stupende sono anche le spiagge di sabbia bianca bagnate da un mare dalle mille tonalità del blu. Boavista è la più vicina al continente africano ed è in parte coperta da dune di sabbia che provengono proprio dal deserto del Sahara. Rispetto a Sal quì il turismo non si è ancora sviluppato al massimo custodendo ancora un aspetto alquanto selvaggio

Non dimentichiamo comunque le destinazioni che secondo me rispettano maggiormente la fuga da sogno che gli Italiani coccolano per mesi e mesi sperando di poter organizzare: le Maldive, le Mauritius e i Caraibi.

Mauritius insieme a Reunion e Rodrigues sono tre stupende isole che fanno parte dell’arcipelago delle Mascarene. Mauritius è sicuramente la più turistica ma comunque una vera perla dell’Oceano indiano dominato dalla natura ricca di palme, banani e frutti tropicali, senza considerare i 300 km di spiagge.

maldives

Nell’oceano indiano anche il gruppo di Atolli delle Maldive ideali per una vacanza di sole e mare, lagune di diverse profondità e mare dalle diverse tonalità dal blu al turchese. Il clima delle Maldive in genere è caldo-umido con il sole che splende praticamente tutto l’anno e temperature che vanno dai 29 ai 32 gradi.

Quello di Malè Nord è l’atollo più grande con un totale di 29 isole, una lunghezza di 67 km e una larghezza di 41. Il canale di Wadu divide Malè Nord da Malè Sud dove si trova l’aeroporto internazionale. Mentre 130 km a nord ovest si trova l’atollo di Baa formato da 50 isolotti, dei quali solo 5 ospitano resort mentre 10 sono abitati dalla popolazione del posto.

Di fronte alla Tanzania troviamo invece Zanzibar, isola spesso scelta da chi in Tanzania si è diretto per un safari e ricerca quindi un pò di relax.

Messico

Per chi ha più giorni di ferie è possibile raggiungere le blasonate mete d’oltreoceano come il Messico che con la Riviera Maya, Playa del Carmen, Tulum, offre lunghissime spiagge di sabbia bianca lambite da acque cristalline. Il Messico ha sicuramente la particolarità di offrire la possibilità di fare una vacanza rilassante comodamente sdraiati su una spiaggia e contemporaneamente di tramutare il tutto in un soggiorno culturale anche sono con una escursione ai siti archeologici della penisola dello Yucatan. Non dimentichiamo poi per gli appassionati di immersioni la barriera corallina di Cozumel.

Purtroppo un pò meno presa in considerazione dagli italiani, anche perché non raggiunta dai pacchetti turistici dei tour operator italiani, la costa sud del Messico con l’enorme baia di Acapulco (definita una delle 5 baie più spettacolari del mondo.

santo domingo

Il Messico è sicuramente adatto a chi vuole una vacanza attiva con diverse alternative e magari anche con qualche giorno in più di ferie, per chi invece ricerca il solo relax e non ha molti giorni a disposizione Santo Domingo può essere l’alternativa ed in effetti è anche molto apprezzata perchè spesso è possibile trovare pacchetti turistici veramente economici ed il tutto con trattamento di All Inclusive, una vera vacanza per non pensare a nulla.

Insomma potreste avere molti modi per farvi invidiare

 

Strane tradizioni di Natale in tutto il mondo

Natale al caldoChe si voglia o no le feste di Natale si avvicinano, l’estate si allontana, il freddo si sente sulle ossa, gli addobbi sbucano ovunque, le luci illuminano le strade, i portafogli si iniziano a svuotare per i regali e le previsioni segnano cene e pranzi con parenti, croce e delizia dei festeggiamenti.

Ma nel mondo le festività di Natale sono ben diverse, o almeno quà e là la festività religiosa si va mascherando di allegoria e si formano nuove tradizioni tra l’assurdo ed il classico.

natale in australia

Anche se l’immagine del Natale televisivo è fatto di fiocchi di neve e pupazzi bianchi con la classica carota/naso, anche qui in Italia, se non in montagna, è piuttosto difficile ammirare un Natale imbiancato, immaginarsi se questo può succedere in Australia quando a Natale si è in piena estate, e i 30° sono tutt’altro che un miraggio. In Australia Babbo Natale gira in Surf lasciando al fresco le renne e non è inusuale vederlo pavoneggiarsi fra le onde delle spiagge australiane più famose.

L’Austria, invece, con un clima ben differente, sembra prediligere il genere horror: gli uomini si vestono da Krampus e girano per le strade alla ricerca di bambini da spaventare.

natale in austria krampus

Tra l’horror e la storia a lieto fine invece la tradizione della Danimarca di attesa dell’Elfo Nisse, diabolico essere delle festività al quale viene offerta una ciotola di budino di riso che dovrebbe renderlo gentile e più consono allo spirito natalizio.

Nella Repubblica Ceca il Natale serve ad augurare la buona fortuna ai matrimoni futuri: le donne immergono un ramo di ciliegio nell’acqua di un fiume. Se il ramo fiorisce allora riusciranno a sposarsi entro l’anno successivo.

Legati al passato gli estoni, che secondo antica tradizione, ancora rispettata con assoluta fedeltà, si dirigono alla sauna locale la sera della vigilia per un bagno purificante.

babbo natale

In Finlandia il Natale è anche momento della memoria dei defunti: i finlandesi  si recano al cimitero sotto le feste.

In Francia nel rispetto di una tradizione da noi più conosciuta Babbo Natale scende dal camino, ma i bambini francesi lasciano le loro scarpe ai piedi del camino per fare in modo che vengano riempite di regali.

In Islanda Babbo Natale è stato sostituito dai Yule Lads, un pò straccioni, un pò anime buone che riempiono le scarpe dei bambini di giocattoli o di carbone.

los reyes

In Spagna il giorno più importante delle vacanze di Natale è il 28 dicembre, il giorno dell’arrivo di los reyes, i re magi spagnoli che girando per le città distribuendo caramelle a tutti.

Le tradizione natalizie sono molte in giro per il mondo, a volte hanno a ben poco a che vedere con lo spirito religioso delle origini. E tu come festeggi il tuo natale?

 

 

 

 

I mercatini di Natale in Trentino

mercatini_di_natale

Come ogni anno il Trentino si prepara ad allestire la sua parata di luci e stand gastronomici e non solo per abbagliare tutti dal periodo pre-natalizio a dopo le feste.

Andare a visitare i mercatini di Natale in Trentino è veramente una esperienza unica che ogni anno va ad attirare migliaia di visitatori da tutta Europa.

Ripresi dalla tradizione dei mercatini di Natale in Germania anche in Trentino ormai da anni le bancarelle, tradizionalmente in legno, vengono allestite dal periodo dell’Avvento. Trovarle non è difficile le strade ne sono ingombre e comunque basta seguire la scia del Vin Brulè che aleggia nell’aria fin dal primo giorno, insieme all’odore dei dolci, dello zucchero filato e di tantissime specialità.

mercatini-di-natale

Un consiglio comunque può essere organizzare un vero tour perchè in Trentino i nuclei dei festeggiamenti sono più di uno  e visitare i mercatini di Trento può risultare estremamente diverso da visitare quelli di Bolzano, di Merano o Levico.

La distinzione che si ha tra Trentino e Alto Adige si rispecchia anche nella tradizione dei Mercatini di Natale . I mercati dell’Alto Adige sono in genere i più antichi dai quali quelli del Trentino cercano di differenziarsi e questo ha creato una profonda differenza delle feste e delle esposizione a tutto vantaggio dei visitatori.

mercatini_natale

Tra i mercatini di Natale dell’Alto Adige sicuramente il più frequentato è quello di Bolzano organizzato per la prima volta nel 1991, ma vicino a questo grande esempio di mercato natalizio non sfigurano affatto i mercatini di Santa Cristina in Val Gardena o anche dei vari Castelli che circondano Bolzano, senza poi considerare i numerosi paesini che unendo questa usanza natalizia con tradizioni del posto hanno creato veramente dei mix unici e affascinanti.

Anche il Trentino vanta mercatini dal nome molto conosciuto. Il più grande e famoso è quello di trento, ma molto frequentati sono anche quelli di Levico, di Madonna di Campiglio e Andalo.

mercatini_natale

Per il Natale 2013 Il Trentino e l’Alto Adige hanno una lista immensa di posti che potrete visitare rendendo le vostre vacanze natalizie uniche. Tra i maggiori elenchiamo:

– Trento che inizia il 23 novembre e finisce il 6 gennaio con la Befana

– Rovereto che parte il 22 novembre finendo al 6 gennaio

– Levico Terme dal 23 novembre al 6 gennaio

– Caldonazzo dal 23 novembre al 23 dicembre

– Madonna di Campiglio dal 2 dicembre al 15 gennaio

-Bolzano e provincia dal 29 novembre al 6 gennaio

-Rovereto dal 22 novembre al 6 gennaio

– Arco dal 15 novembre al 6 gennaio il venerdi il sabato e la domenica

– Brunico dal 29 novembre al 6 gennaio

-Molveno dal 26 dicembre all’8 gennaio

-Bressanone dal 29 novembre al 6 gennaio

-Santa Cristina in val Gardena dall’1 dicembre al 30 dicembre

Per avere maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale dei Mercatini di Natale 2013 dove vengono elencati posti, orari e date in tutta Europa.

 

 

 

 

Vacanze di Natale a Londra: i Musical più gettonati.

Vi suggeriamo di scoprire con noi quali sono gli eventi più in voga durante le festività natalizie a Londra. Chi ha programmato le vacanze di Natale a Londra, potrebbe considerare il musical una bella opportunità per conoscere un altro aspetto della città, il punto di vista più artistico ed estroverso dei suoi attori più famosi. I musical a Natale dominano il panorama delle piece in programma; vi segnaliamo gli spettacoli attualmente in corso, quelli più gettonati e quelli più famosi per storie e cast.

We will Rock You: i Queen ed i loro brani più famosi diventano la colonna sonora di questo travolgente musical in scena fino al 16 Aprile al Dominion Theatre; per info: www.dominiontheatre.co.uk

Dirty Dancing: Il celebre Film che ha fatto ballare per generazioni diventa piece teatrale all’ Aldwych Theatre con i suoi brani più celebri e ritmi scatenati. Per Info: www.aldwych-theatre.co.uk

Grease : Sandy e Danny vi aspettano fino 30 Aprile con il musical più famoso al mondo; al Piccadilly Theatre per info:www.piccadillytheatre.co.uk

Les Miserables: L’opera di Victor Hugo riceve il clamore ed i favori del pubblico inglese. Un musical da non perdere al Queens Theatre: per info: www.londontheatredirect.com/venue/66/Queens-Theatre.aspx

Non perdetevi in chiacchere ed affrettatevi a prenotare un posto in prima fila! Per le vacanze di Natale a Londra il musical va in scena.

Festa del Torrone a San Marco dei Cavoti

A San Marco dei Cavoti, nel Sannio (BN), si svolge la decima edizione della festa del torrone e del Croccantino.

Per tutto il mese di Dicembre ogni giorno saranno organizzati intrattenimenti, spettacoli folkloristici e musicali per le strade, esposizioni, degustazioni, punti vendita e degustazioni di prodotti tipici locali. Sicuramente un vento da non perdere per tutti i Golosi.

Oltre alla Festa del Torrone e del Croccantino di San Marco dei Cavoti ci sono altre cose molto interessanti da visitare e vedere a San Marco dei Cavoti.

Le origini del paese risalgono all’epoca sannitica, ma l’assetto definitivo e il suo nome derivano dalla presenza dei provenzali che si stabilirono nel territorio fra il 1353 e il 1355.
Il nome San Marco fu scelto dai provenzali in onore del loro santo patrono e protettore, la denominazione di Cavoti invece deriva da Gavots, cioè proveniente da Gap, la cittadina di origine dei coloni.

San Marco dei Cavoti entrò a far parte della provincia di Benevento nel 1861. Ricca di monumenti storici e splendidi scorci naturali, San Marco dei Cavoti, si rivela un’ottima combinazione per chi vuole coniugare l’amore per l’arte con quello per la natura.   Continua a leggere Festa del Torrone a San Marco dei Cavoti

Capodanno a Madrid

Se c’è una capitale europea che organizza un Capodanno in grande stile è proprio Madrid. La splendida città spagnola offre numerose opportunità ed occasioni per tutti i gusti e tutte le tasche, ma soprattutto assicura divertimento e festeggiamenti in ogni angolo della strada. Per tutta la notte del 31 dicembre, fino all’alba i locali si affollano di gente e turisti provenienti da ogni parte dl mondo, sicuri di poter trovare buona cucina e prezzi accessibili, a Calle Mayor la gente si accalca festosa in cerca di bar aperti e ristoranti caratteristici. ma la vera festa si svolge nella Piazza più bella e famosa della città, a Puerta del Sol dove brindisi e fuochi d’artificio si ripetono ad oltranza fino all’anno nuovo. E così, dopo una bella cena a base di Paella potrete riversarvi nelle strade e raggiungere i cittadini madrileñi che vi aspettano già con il calice in mano in attesa di fare il brindisi insieme a voi.

Il Capodanno a Madrid è un evento speciale, e se volete entrare a pieno nello spirito folcloristico della città, potrete anche intervenire alla Carrera San Silvestre Vallecana (http://www.sansilvestrevallecana.com/): la maratona cittadina potrebbe diventare una bella opportunità per vedere le affascinanti attrazioni ed i monumenti più famosi già addobbati a festa. Non lasciate però che le fatiche sportive vi tolgano tutte le energie, perchè vi serviranno a tarda sera per festeggiare il Capodanno a Madrid fino all’alba.

Per consultare gli eventi in programma a Madrid per la notte di Capodanno, vi segnaliamo il sito più importante ed aggiornato:

http://www.esmadrid.com/en/

Capodanno 2011 sulla Riviera Maya

Chi è in cerca di un’idea per festeggiare il capodanno 2011 che non sia il solito veglione,  magari abbinandoci qualche giorno di relax, può esaudire i suoi desideri in Messico. In particolare vi consigliamo di passare il Capodanno nella Riviera Maya.

Lo Yucatan offre diverse opzioni di viaggio, per i turisti in cerca della classica (ma non per questo meno piacevole) vacanza esotica da passare stesi al sole su una spiaggia di sabbia finissima (Cancun, Playa del Carmen, Tulum, Cozumel e Isla Mujeres).

Ma non solo la Riviera Maya offre molte opportunità  per gli amanti dei viaggi culturali che potranno visitare diversi e rinomati siti archeologici (Tulum, Chichen Itza, Cobà, Palenque ecc), mille occasioni ci saranno anche per gli amanti dello sport che avranno la possibilità di immergersi in uno dei mari più belli del mondo.

E potete stare certi che i festeggiamenti non mancheranno, il carattere festoso dei messicani e le località sulla riviera garantiscono un sicuro capodanno da pazzi per tutti i gusti.
Moltissime le proposte dei vari tour operator per ogni tipo di portafoglio.

I Presepi di Napoli

I Presepi di Napoli sono la vera grande attrattiva del Natale in città. I preziosi capolavori di artigianato che hanno fatto il giro del mondo, sono un richiamo notevole per i turisti e per i napoletani stessi che in prossimità delle festività natalizie si riversano nelle antiche botteghe per accaparrarsi l’ultima imperdibile statuetta da mettere nel presepe, come tradizione comanda.
Vi segnaliamo i luoghi principe della città, quelli in cui si possono ammirare i Presepi di Napoli più belli ed acquistare anche veri e propri capolavori artistici, oltre che decorazioni, addobbi e dolci tipici.
A novembre, fino a tutto il mese di Dicembre, nell’antica e popolare via dei Presepi di Napoli  Via San Gregorio Armeno, nel cuore della città, ai tipici laboratori artigiani di presepi in terracotta, si affiancano una miriade di bancarelle che espongono statuine vestite di stoffa, casette, paesaggi che riproducono la natività e stelle comete. La più grande e prestigiosa collezione europea di presepi si trova invece nel Museo Nazionale di San Martino ai Monti, tra i quali spicca il mirabile Presepe Cuciniello dell’ ottocento, lungo 7 metri, con centinaia di figurine di stoppa e fil di ferro, con teste in terracotta ed abiti settecenteschi.
Il chiostro del Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova ospita anch’esso un prezioso presepe del settecento, un vero capolavoro,  ed altre splendide rappresentazioni della natività dal valore inestimabile; approfittate anche per visitare tutto l’intero edificio che mostra opere ed affreschi dal valore artistico inestimabile, per una passeggiata davvero suggestiva all’insegna del natale e dell’arte.

Mercatino di Natale a Brunico:

Lo so ancora state pensando alle vacanze estive. E poi con il caldo che fa! 
Però è già il momento di organizzarci le nostre vacanze invernali. Iniziamo con Novembre e Diecmbre.
natale-brunico
A Brunico per un mese l’anno si svolge il tradizionale mercatino di Natale, che va da fine novembre a fine dicembre.
Si tratta di uno dei mercatini di Natale in Italia assolutamente da visitare. Il mercatino di Natale di Brunico è  ricco di eventi e idee molto originali, infatti è possibile trovare delle particolarissime decorazioni per il vostro albero di natale, candele, presepi particolarissimi, e dove è anche possibile ammirare il presepe vivente oltre ad ascoltare i magici concerti di musica natalizia. Sicuramente una buona idea per passare un week end prima delle vacanze di Natale, organizzate tutto un po in anticipo, prenotate uno degli hotel di Brunico, troverete sicuramente l’albergo che più vi piace. Brunico offre ai suoi turisti molte possibilità per dormire, dai bed and breakfast agli alberghi 4 stelle di  Brunico sono per tutte le tasche.

A gennaio il Capodanno Cinese a Londra

Perchè non fare un bis di capodanno? Magari a Londra per ammirare i festeggiamenti del Capodanno Cinese.
Tra pochi giorni inizierà l’anno del bue, simbolo di pazienza e coraggio e a quanto pare il 2009  non mancherà di chiederci e pazienza e coraggio…
Così la Cina si prepara a festeggiare il suo Capodanno (che quest’anno cade il 26 gennaio essendo il calendario cinese basato esclisivamente su eventi astronomici) . Quale migliore occasione per festeggiare questo evento nel cuore di Londra ed abbinare shopping, arte, musica e folclore. Organizzate un bel viaggio a Londra in questo periodo in cui sia i voli che gli hotel di Londra hanno tariffe molto economiche. Visitate  Chinatown per vedere i leoni danzare, a Leicester square per i fuochi d’artificio,  a Shaftesbury Avenue per ammirare altri artisti locali e soprattutto a Trafalgar square dove si esibiranno artisti da Shangai ed altre province cinesi e dove balleranno leoni e draghi. Non mancheranno le occasioni per fare acquisti mentre a Chinatown non c’è che l’imbarazzo della scelta per un buon pasto ‘cinese’
Il capodanno cinese a Londra è certamente un evento molto particolare e le celebrazioni quest’anno sono fissate per domenica 1 febbraio.
Un’occasione in più per passare un lungo week-end a Londra.