Ho scoperto le Maldive…..

1
844

Spiagge bianche alle Maldive

Dice un proverbio: meglio tardi che mai! Ero prevenuta verso questo tipo di vacanza nell’ozio visto che non faccio immersioni, sono una (scarsa) nuotatrice vissuta in pianura, amo conoscere, oltre alla natura,   la cultura, la tradizione, l’arte, la storia  del paese dove scelgo di trascorrere una vacanza. E le Maldive erano per me  il paradiso  del dolce far niente o il paradiso dei sub. Ma come appassionata di isole non potevo rinunciare a questa meta. Così mi sono ritrovata  in un mondo inaspettato: già dall’idrovolante l’occhio non si staccava dall’oblo: lagune dall’acqua cristallina, spiagge bianchissime, mare turchese dalle mille sfmature , piccoli atolli a fior d’acqua che si perdono nell’orizzonte, così ho conosciuto le Maldive.  Avrei scoperto dopo i suggestivi tramonti  dopo una pedalata di pochi minuti fino alla punta  della piccola isola, una striscia di terra lunga 2 kilometri e larga 4000 metri.

Atollo alle Maldive                                            Maldive Atollo

         

La giornata su di un’isola alle Maldive soggiornando magari in uno di quei resort da film o qualche hotel di stile coloniale, passa veloce tra breakfast e tea-time in riva al mare, le uscite giornaliere (snorkeling), l’escursione al villaggio maldiviano, il ricco buffet (a pranzo e cena) italo-internazionale e l’immancabile serata maldiviana, la discreta presenza dello staff e personale di assistenza (che parla e comunque capisce l’italiano) e la non invadente organizzazione di diapositive e filmati sui fondali e la fauna marina, un po’ di sport (campo di tennis, calciotto, bocce, la palestra attrezzata sono alcuni esempi).

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl mio Yemen
Articolo successivoAlla scoperta di Portofino
Paolo Mazzara è un appassionato viaggiatore. Brama di avventura e di terre selvagge. Giardiniere, lettore, subacqueo, arciere tradizionale, amante del vino e appassionato di cucina. Prossimo grande progetto, il giro del mondo in 5 anni.

1 COMMENTO

  1. E’ spesso difficile cercare di spiegare in parole semplici quella sensazione che si prova quando si arriva in un posto del genere, i colori, la pace, la vita semplice e i sorrisi della gente del luogo ti danno una gioa immensa. Facciamo una cosa, tu fai un bel corso sub così ne organizziamo un altro di viaggio e ce ne andiamo a vedere anche le meraviglie che ci sono sotto quello splendido mare!

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Scrivi il tuo nome qui