Il sarto di Panama

1
457

Il film “Il sarto di Panama”, tratto dall’omonimo romanzo di John Le Carrè, è la pellicola che meglio riesce a cogliere le atmosfere di Panama. Chi l’ha visto non sarà, quindi, stupito dalla visione di una selva di grattacieli quando il Corredor Sur, l’autostrada del Sud che collega l’aeroporto di Tocumen a Ciudad de Panama, entra in città. L’impressione è quella di una Miami o di una Monte Carlo dei tropici con grandi e lussuosi alberghi dove si concentra la vita sociale, le lucenti torri di vetro delle banche internazionali, i superattici di Villa Paitilla che assicurano vista sul Pacifico e sull’Avenida Balboa, lo sfavillante lungomare sulla bellissima baia. Sullo sfondo tremolano nella calura verdi isolotti e il promontorio di San Felipe, il casco viejo, la parte antica di Panama, un profilo basso, morbido ed elegante che rievoca, in lontananza, la Spagna coloniale del XVII secolo, dominato dai candidi campanili della Cattedrale dell’Iglesia de San Francisco.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Scrivi il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.