Gerusalemme

589

In questi tristi giorni di guerra non posso non ricordare i bellissimi giorni passati a Gerusalemme, questa meravigliosa città situata al centro del mondo, crocevia di popoli e di religioni. Si riamane colpiti nel vedere fedeli raccolti in preghiera davanti al muro del pianto, fedeli raccolti in preghiera sul sepolcro di Gesù, fedeli raccolti in preghiera al suono del muezzin. Sotto la neve o sotto il sole cocente  o nel tiepido tramonto autunnale Gerusalemme è sinonimo di  perpetua preghiera: dalle campane delle chiese ai richiami del muezzin dall’alto dei minareti  ai solenni lamenti dei shofar delle sinagoghe. Gerusalemme, tappa di un mistico viaggio la cui meta finale è la biblica valle di Jehoshaphat.

Gerusalemme: una emozione unica ; a Gerusalemme la chiesa più sacra della cristianità (Santo Sepolcro)  si erge nel luogo dove si presume avvenne l’agonia e la morte di Gesù. E all’interno i preti di rito cristiano, greco, russo, copto, latino, armeno, caldeo e siriano sembrano aver ritrovato una unità che fuori dalla chiesa ancor oggi pare impossibile ritrovare. La speranza è quella di ritornare a pensare a questa fantastica città per il suo simbolo di pace.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Scrivi il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.