L’isola del Dio che vi fabbricava le armi: VULCANO

0
716

21 km quadrati e due vulcani ancor oggi attivi (Vulcanello e Gran Cratere): ecco l’isola consacrata al dio della guerra e del fuoco e che in passato ebbe altri nomi, come  Thermessa (la calda), Terasia (la terra calda) e Hierà (la sacra). Oggi Vulcano , oltre all’interesse geologico, è nota per i suoi  fanghi e le fumarole, benefici per i dolori reumatici, e per uno splendido mare seppur permeato  dal pungente odore dei fumi e vapori dei soffioni boraciferi, per le sue sabbie nere, per la sua gastronomia a base di pesce sempre fresco. E non solo: pecorino, capperi, olive, ricotta… Una vacanza benessere in una delle isole Eolie dove non sono ammesse automobili, raggiungibile con traghetto o aliscafo e che conserva ancor oggi quel  fascino antico che dopo aver circumnavigato l’isola,  ce la fa preferire ad altri lidi più mondani.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Scrivi il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.