Viaggio in Marocco: Rabat la perla dell’Unesco

0
466

Il Marocco è un paese dal fascino incontrastato nel suo mix di paese africano, musulmano e sotto l’influsso occidentale da decenni.

Molte città hanno perso molto del loro essere marocchine e ne conservano qualche briciola solo nei loro souq.

Rabat è sicuramente una città conosciutissima del Marocco, eppure, rispetto a città come Agadir o Casablanca, è riuscita in qualche modo a conservare la sua identità e oggi la sua bellezza è riconosciuta anche da organi internazionali come l’Unesco che ne hanno inserito il centro storico tra i Patrimoni dell’umanità.

Cosa vedere di Rabat?

Probabilmente la cosa più bella è perdersi tra la folla e camminare senza itinerari, ma troppo spesso abbiamo un tempo limitato per visitare una città quindi diventa necessario organizzare la propria visita con dei punti da seguire.

La parte più affascinante di Rabat è sicuramente la sua Medina, il suo centro storico risalente al 17° secolo. Prima Rabat era estesa proprio quanto la sua Medina, ma l’arrivo dei francesi ne provocò l’ampliamento.

Questo è il cuore di Rabat, una meta da non perdere durante il vostro viaggio in Marocco. Una visita alla città non può che iniziare da qui tra botteghe e palazzi storici, passando magari per il quartiere ebraico e per le sue moschee.

Camminate, camminate, superate la porta Bab Oudaia (bell’esemplare di porta in stile moresco) e raggiungete la suggestiva Kasbah des Oudayas che dal fianco della collina ammira il fiume Oued Bou Regreg e l’oceano. Tutt’intorno potrete passeggiare per uno stupendo quartiere residenziale fatto di casette bianche e pavimenti lastricati.

Altra tappa da non mancare è sicuramente il mausoleo di Mohammed V al quale è stato dato il nome del re che portò l’indipendenza in Marocco.

Ma sicuramente non potrete fare a meno di visitare anche la Moschea di Hassan. Di questa moschee purtroppo oggi rimane ben poco. Voluta da Yacoub El Mansour in realtà oggi è rappresentata esclusivamente dal suo minareto a causa del tremendo terremoto del 1755 che purtroppo distrusse l’edificio. Il minareto, con i suoi 50 metri di altezza (che originariamente dovevano essere 90) è l’unica parte che è sopravvissuta alla forza distruttuva della natura.

Se stai pensando di pianificare un viaggio in Marocco ti consiglio di prendere più informazioni possibili. Il Marocco ti offre la possibilità di vivere un’esperienza indimenticabile. Leggi anche altri articoli che trovi qui sul nostro blog su Marrakech o sulla città imperiale di Meknes.

Tra i siti che ti possono essere utili ti consiglio il sito dell’Ufficio Nazionale Marocchino del Turismo.