VIAGGIARE DI PIU’? COMINCIA A SPENDERE MENO

Alcuni consigli per risparmiare e potersi concedere una bella vacanza

Negli ultimi tempi la scusa più comune per non viaggiare è la mancanza di finanze, ma c’è una donna che è riuscita a dimostrare il contrario; sembrerebbe che il problema economico non sia davvero rilevante quando si è veramente motivati.
Questa donna si chiama Michelle McGagh e la sua strategia consiste nel comprare durante l’anno solo cose davvero necessarie e col denaro risparmiato, pagarsi una bella e appagante vacanza.
Di certo la proposta di questa signora è provocatoria ed estrema ma esistono effettivamente dei settori in cui è possibile risparmiare qualcosa.
Caffè e sigarette
Quante volte ci ritroviamo al bar a bere l’ennesimo caffè? Proviamo a ridurre il consumo e cominciamo a risparmiare. Stessa cosa riguardo le sigarette, una spesa che di certo influisce nel budget personale e familiare.
Trasporti
Cerchiamo di diminuire l’uso della macchina, sia l’ambiente che le nostre tasche ci ringrazieranno. Un mezzo di trasporto alternativo potrebbe essere la bicicletta per fare un po’ di sport e risparmiare in vista della sognata vacanza.
Intrattenimento
Spesso ci sono tanti eventi gratuiti ai quali ci si può divertire senza costi aggiuntivi, impariamo ad individuarli e a pianificarli. Inoltre prendiamo esempio da chi sta già risparmiando tagliando i costi delle pay tv o Netflix in favore della tessera di una biblioteca pubblica.
Vacanze brevi
Evitare le vacanze brevi per riuscire a raccogliere i risparmi necessari per un viaggio più lungo e accattivante.
Dipendenza da Bar
I bar e i locali sono i posti più adatti a spendere denaro. Michelle McGagh propone addirittura di evitarli, cominciando ad invitare i propri amici a casa per un drink. Se non riuscite a farne a meno, si può andare per locali ma solo rispettando un budget precedentemente fissato.

Il miglior boutique hotel a Roma?

boutique hotel a Roma - Monte Cenci

Apre un nuovo Boutique Hotel a Roma … il Monte Cenci Hotel.

Quando un soggiorno diventa esperienza tra romanticismo e relax e dove l’ospite è “Sacro”.

Siamo nel rione Regola, nel cuore dell’antica Roma, a pochi passi dal Pantheon, da Piazza Navona e da Campo de Fiori, dalla ristrutturazione di un edificio d’epoca nasce uno splendido boutique hotel.

Linee essenziali, forme decise, arredi moderni ed esclusivi, incontrano il passato e si fondono in un’armonia perfetta di stili. Gli ambienti eleganti e dotati di ogni confort diventano i luoghi ideali per un soggiorno romano indimenticabile, avvolti dal fascino di duemila anni di storia. Queste le caratteristiche che rendono il Monte Cenci uno dei boutique hotel più esclusivi di Roma.

Ad arricchire l’offerta del Monte Cenci, uno staff professionale e un’ ampia gamma di servizi esclusivi e personalizzati che renderanno l’ospite protagonista di un’esperienza unica.

L’eleganza e la raffinatezza degli ambienti rendono il Monte Cenci il luogo ideale per vivere una vera “vacanza romana” da sogno, coccolati da ogni tipo di comfort, personale specializzato e una vasta gamma di servizi personalizzati su richiesta.

camera deluxe al boutique hotel Monte Cenci Roma

Questo intimo e romantico hotel 4 stelle nel cuore di Roma comprende 30 confortevoli e preziose camere e suite con elementi di design, eccezionali livelli di comfort, servizi personalizzati, servizio in camera e personale attento a soddisfare ogni possibile richiesta degli ospiti per far si che la loro vacanza dei sogni sia proprio quella nella città Eterna. Abbinati a uno stile tradizionale con richiami alla romanità creano un effetto esplosivo e rendono questo Hotel di Roma unico ed ineguagliabile nel suo genere.

Eccellenza e Raffinatezza: parole chiave per un soggiorno all’insegna del lusso. L’Hotel Monte Cenci è un connubio di tradizione e modernità, ideale per sentirsi a casa dopo una lunga giornata a visitare le meraviglie della Capitale.

relax al monte cenci boutique hotel

Lo Staff

Insieme al suo staff il Monte Cenci si lancia in uno stile che si trasforma in una nuova idea di Ospitalità, che connette il mondo dell’Hotellerie ad ogni aspetto della vita, che si distingue per l’attenta cura nei dettagli e che riesce a sorprendere e far nascere un sorriso ai propri ospiti.

L’Hotel Monte Cenci vanta un Team di giovani entusiasti e altamente qualificati, pronti a soddisfare qualsiasi desiderio e personalizzare ogni momento del vostro soggiorno. Attenti, cordiali, sensibili e disponibili 24 ore su 24, volenterosi di rendere il vostro soggiorno unico e indimenticabile. Lasciatevi coccolare e non esitate a rivolgervi allo staff del Monte Cenci Hotel!

Al vostro arrivo e durante tutto il soggiorno il personale della reception (disponibile 24/7) sarà lieto di indicare il modo migliore più per raggiungere monumenti, musei, attrazioni e luoghi d’interesse desiderati e all’occorrenza consigliare le più buone alternative per gustare le specialità e i piatti tipici della tradizione romana e italiana, i negozi, le caffetterie, i locali di ogni genere e gusto.

camera deluxe con vasca boutique hotel Roma

Camere e Servizi

Monte Cenci Hotel dispone di due terrazze al quinto e al sesto piano dalle quali ammirare la maestosità della Città Eterna e le peculiarità dei tetti che si ergono intorno all’edificio, alternati da vicoletti e scorci sul Tevere, ideali per degustare il Tasting pomeridiano e sorseggiare un ottimo bicchiere di vino scelto tra le numerose etichette presenti nella Cantina dell’hotel. (accurata selezione di vini)

L’hotel si compone di 30 confortevoli camere che intrecciano design moderno, tecnologia e dettagli di lusso classico: pavimenti in legno, bagno privato con vasca o con doccia, minibar, aria condizionata, LCD, Wi-Fi gratuita.

hotel design a Roma Monte Cenci Hotel

Camere raffinate con colori tenui e pavimenti in legno, finemente arredate in stile tradizionale con diversi tocchi di design. Connubio perfetto per rendere il soggiorno rilassante e confortevole.

Tutte le camere dispongono di Aria Condizionata Climatizzata, Minibar, TV Interattiva, Canali satellitari, Pay TV, bollitore, doccia cromoterapia.

La Location

Siamo nel Rione Regola, il cuore del centro storico di Roma, ogni cosa intorno a voi è Arte, Storia e Tradizione.

E’ nel centro della magica atmosfera della Città Eterna, nella “piazzetta” di Via Monte De Cenci, che sorge il Monte Cenci Boutique Hotel, un gioiello della più avanzata architettura alberghiera incastonato in uno storico palazzo del Rione Regola. Una posizione davvero privilegiata per uno dei più esclusivi hotel di Roma. La cornice è delle più spettacolari: a pochi passi da Piazza Navona, dal Pantheon, dalla vivace Campo de Fiori e dal meraviglioso quartiere di Trastevere

vista di Roma dal Rione Regola

Perdendosi tra i vicoli limitrofi, qualsiasi sia la direzione scelta, in pochi minuti ci si addentra in aree pedonali che dischiudono alcuni tra i maggiori luoghi d’interesse quali

  • il Pantheon e Piazza Navona a soli 10 minuti,
  • Campo de’ Fiori e Trastevere a meno di 500 metri,
  • Piazza Venezia e il Colosseo a 5 minuti a piedi,
  • Piazza di Spagna e San Pietro/Musei Vaticani a 20 minuti circa.

Contatti e Prenotazioni Monte Cenci Hotel:

Hotel Monte Cenci
Indirizzo: Via Monte de Cenci, 8 – 00186 – Roma
Indirizzo email: reservations@montecenci.com
Sito Web: www.montecenci.com

Per maggiori informazioni e per prenotazioni visitate direttamente il sito ufficiale.

Vacanze Shopping: 10 famosi negozi dove fare acquisti a Londra

londraLondra è sicuramente la capitale europea più apprezzata per lo shopping di tendenza. Tutti ormai la conoscono come una delle migliori città dove fare shopping, e lei si è organizzata sicuramente per mantenere alto il suo nome offrendo una grande quantità di vie esclusive e negozi alla moda oltre i numerosissimi mercati.
Ma dove fare shopping a Londra? Se volete delle linee guida precise eccovi una lista dei negozi che i veri “animali dello shopping” non possono mancare.

1- Harrods

Definirei superfluo anche solo inserirlo nella lista, in fin dei conti chiunque vada a Londra porta a casa almeno un oggetto comprato in questo magazzini, ma non si può comunque non citarlo.
Sto parlando del negozio più grande d’Europa con i suoi 90.000 metri quadrati di zone dedicate agli acquisti di ogni genere (anche cani di razza se necessitate). Sicuramente Harrods è imperdibile durante il periodo di Natale quando gli addobbi natalizi creano scenografie uniche.
Indirizzo: 87-135 Brompton Road (sito web)

2- Primark

Marchio Irlandese ideale per lo shopping a buon prezzo è sicuramente una meta che non potete mancare, e soprattutto, se accettate un consiglio, alzatevi presto e andate alle prime ore del giorno in modo da evitare la folla.
Indirizzo 14-18 Oxford Street (sito web)

3- Selfridges & Co

Si tratta di sicuro di uno dei grandi magazzini più grandi e importanti della città. Entrate al Selfridges e troverete di tutto dai casalinghi ai prodotti di bellezza, dalla biancheria intima agli attrezzi per il giardinaggio. A Londra lo apprezzano molto per la Lista nozze data la grande varietà di prodotti che è possibile acquistarvi.
Indirizzo: 400 Oxford Street

4- Fortnum & Mason

Passiamo agli ambienti ideali per l’arte culinaria, perché al Fortnum & Mason troverete tutto ciò che riguarda tè e delizie gastronomiche.
Lo storico negozio, che vede la sua nascita ormai nel lontano 1707, ospita ristoranti, una artistica gelateria e anche una enoteca. E’ decisamente l’ideale anche per un souvenir culinario dall’Inghilterra.
Indirizzo: 181 Piccadilly

5- Hamley’s

Cambiamo di nuovo genere e puntiamo ai giocattoli. Hamley’ è il posto giusto per insegnare che i giocattoli non sono solo per i bambini. Si tratta di un vero e proprio paradiso su cinque piani che vi farà vagare tra palloncini, trenini, pupazzi e bolle di sapone. Decisamente il modo ideale per sentirsi più giovani.
Indirizzo : 188-196 Regent Street (sito web ufficiale)

6- Jo Malone

Si tratta di un negozio che colpisce al naso con i suoi odori. L’ideale per chi punta all’acquisto di una fragranza particolare tra flaconcini e candele colorate.
Indirizzo: 150 Sloan Street (www.jomalone.co.uk)

7- Philip Treacy

Siete in Gran Bretagna la patria della nobiltà dal cappello per ogni occasione e non volete portarvene a casa uno? Per un acquisto del genere bisogna rivolgersi alle migliori firme e quella di Philip Treacy sembra sia quella più apprezzata dalla famiglia reale.
Indirizzo: 67 Elizabeth Street

8- Topshop Topman

Un negozio immancabile per ogni fashion victime e vera istituzione dello shopping londinese spesso frequentato anche da Vip.
Se poi tanto shopping vi annebbia le idee potete sempre decidere di darvi al relax nella Spa del negozio.
Indirizzo: 339 Oxford Street

9- Rellik

Amanti del Vintage e dei capi stravaganti e di tendenza? Ecco l’indirizzo che fa per voi. Qui potrete imbattervi anche in vintage firmato Dior o Yves Saint Laurent.
Indirizzo: 8 Golborne Road

10- John lewis

Vestiario, casalinghi, cartoleria, qui troverete tutto quello che può servire nella vita di tutti i giorni, se poi cercate qualcosa di particolare per un evento specifico qui non potrete di certo rimanere delusi troverete di tutto.

L’Olanda non è solo Amsterdam: alla scoperta di Utrecht

Amate l’Olanda, ma avete già visitato la conosciutissima Amsterdam, anche più di una volta?

Bene è il momento di organizzare una vacanza con un diverso itinerario che vi porti a conoscere meglio il territorio olandese e, soprattutto vi porti lontano dalle orde di turisti isterici tipici della grande capitale. Ecco allora che dovete organizzare una vacanza a Utrecht. Utrecht è una città meno popolare ma che racchiude in se sicuramente tutte le caratteristiche e la bellezza del territorio olandese.

Come arrivare a Utrecht?

Utrecht è tutt’altro che una città mal collegata. L’aeroporto sul quale arrivare è sempre quello di Shipol, per il quale è possibile anche prenotare voli low cost. Da quì poi si prosegue il viaggio comodamente in treno e con una mezz’ora di viaggio si arriva in città.

Cosa vedere a Utrecht?

Il centro storico medievale della città si è sviluppato intorno alla Torre del Duomo visibile dalla maggior parte della città. Il bello di Utrecht è probabilmente il suo essere di dimensioni molto minori rispetto a quelle della famosa cugina Amsterdam. Questo permette di visitarla comodamente a piedi con tutta calma come si addice ad una vacanza rilassante.

La struttura architettonica in stile fiammingo e i canali rimandano molto ad Amsterdam, ma in dimensioni ridotte, con maggiore intimità e senza l’orda inferocita di turisti che assediano la più grande capitale. Tra gli edifici da non perdere c’è sicuramente lo Stadskasteel Oudaen un castello datato 1296, ma anche non volendo visitare musei o palazzi famosi una passeggiata lungo i canali rende unica questa vacanza.

Una possibilità di “passeggio”carina è anche di navigare i canali con una canal bike, una sorta di pedalò in versione ridotta. Se siete appassionati di colori, natura e giardinaggio, anche Utrecht è fornita del suo mercato dei fiori.

Per gli amanti dell’arte culinaria invece è molto più consigliabile un mercato come quello di Vredenburg specializzato in formaggi, ma si trovano anche pesce e frutta. Molto apprezzato ad Utrecht è anche il Tivoli Vredenburg un complesso inaugurato proprio nel 2014 dedicato alla musica, anzi possiamo affermare si tratti del centro musicale più grande della nazione con le sue 5 sale da concerto, con il club Jazz ed il Grand Café.

Al calare del sole lasciatevi invece ammaliare dal Trajectum Lumen, un percorso luminoso per scoprire i monumenti artistici della città.

Cosa mangiare a Utrecht?

Come si fa ad ogni viaggio bisogna immergersi con impegno nei sapori del posto. Un primo piatto da assaggiare è tipico dell’Olanda e lo troverete un pò ovunque: il Pannenkoeken una sorta di incrocio tra Pancake e crepes. Per gli appassionati di birra un indirizzo da non perdere è il Café Olivier dalla location decisamente suggestiva: si trova infatti all’interno di una chiesa sconsacrata.

Vacanze Agosto 2015 low cost: offerte da non perdere dalla Spagna alla Grecia

Cala Brandinchi sardegna

Il Mediterraneo ha sicuramente tre nazioni che guidano il turismo marittimo: Italia Spagna e Grecia.

Se però siete alla ricerca di vacanze low cost in alta stagione, luglio e agosto, sicuramente l’Italia non è la destinazione giusta, nella maggior parte delle sue destinazioni turistiche d’eccellenza.

Per le vostre vacanze agosto 2015 molto meglio puntare la Spagna o la Grecia che sicuramente hanno molte possibilità d’offerte vacanza da non perdere, oltre che una gran varietà di paesaggi marini e chilometri e chilometri di spiagge.

Se volete risparmiare quindi basta spingersi un pò più in là delle classiche località prese d’assalto dai turisti e con prezzi alle stelle.

Il nord della Spagna ad esempio offre le belle spiagge basche, battute si da un mare un pò più freddo, ma ventilate, fresche anche in estate (che non è sempre un male) e una vera manna dal cielo per il popolo dei surfisti. Provate allora a puntare la Costa Vasca con località quali Hondarribia, San Sebastian, Cantabria, Santander, e via giu verso le Asturie.

Sempre nel nord della Spagna si trova poi la Galizia con il litorale del Rias Altas e la località più conosciuta di La Coruna.

Relativamente più economiche delle coste sotto Barcellona (leggi cosa fare a Barcellona), a partire dalla gettonatissima Costa Brava, ci sono anche località sul Mediterraneo molto meno affollate come la Costa del Sol con Marbella (leggi perchè visitare Marbella) e Torremolinos, ma anche Fuengirola e Nerja. Belle anche le località della selvaggia Costa de Almeria come Almunecar e Motril.

Non dimentichiamo poi le isole spagnole tanto apprezzate: chi vuole caos e vita notturna punta Ibiza, chi vuole calma preferisce Minorca, chi adora la vita mondana parte per Formentera, ma ancora ci sono anche le Canarie apprezzate da chi non ama i climi torridi. Se volete partire per queste isole potete prenotare pacchetti viaggio con tour operator ma anche arrangiarvi da soli prenotando dei voli low cost che ormai d’estate le raggiungono quasi tutte e poi affittare un appartamento. Questa soluzione ad esempio mi ha permesso una vacanza a Maiorca decisamente più economica dello standard e anche di prolungare la vacanza a due settimane con il budget di una vacanza in villaggio turistico.

Per chi preferisce invece il lato della Grecia, probabilmente le alternative sono ancora più numerose dato l’enorme numero di isole che si aggiungono ai tanti km di costa. Se vi rivolgete ai tour operator per l’alta stagione dovete a mio consiglio o decidere di prenotare anticipatamente sfruttando le prenotazioni anticipate o aspettare offerte lanciate di tanto in tanto dai tour operator.

Il last minute per la Grecia in alta stagione è piuttosto complicato e non è detto sia particolarmente conveniente. Le isole raggiunte maggiormente dai pacchetti dei tour operator sono Creta, Rodi, Kos, Santorini… soprattutto ma potete trovare anche isole più tranquille. Se optate per il fai da te qualche compagnia low cost raggiunge direttamente alcune isole come Santorini e Rodi, altrimenti dovrete puntare Atene per poi spostarvi con traghetto o volo interno. (leggi anche come fare vacanze in Grecia cin la barca)

Una alternativa è preferire la costa che si affaccia verso l’Italia e che è raggiungibile in traghetto dalla Puglia oppure da Ancona o Venezia. Qui avete solo una possibilità: prenotare con molto anticipo per non rischiare che il traghetto vi costi come un volo. Una volta arrivati potrete risparmiare sugli appartamenti, spesso piuttosto economici e anche sui costi giornalieri: spiagge in genere gratuite e pasti non eccessivamente costosi. Insomma non vi resta che preparare le valigie!

Aprile NON è dolce dormire: alla ricerca di sagre in Italia

Arriva la primavera, si allungano le giornate, il sole finalmente prende il posto delle nuvole, il clima si fa tiepido, ed ecco che tutto ci va tranne che andare al lavoro e, quando arrivano i week end abbiamo una gran voglia di girare e stare all’aria aperta.
Bene così perché aprile è anche un mese ricco di eventi, feste e sagre di ogni genere, quindi di scuse ne avremo a bizzeffe per uscire di casa ed imbarcarci per una escursione ad ogni week end.

Dato che le ferie ancora sono lontane ad aprile si scatena la voglia di week end in Italia ed ecco che improvvisamente riscopriamo le bellezze dello stivale che per il resto dell’anno avevamo stancamente accantonato.

fiera_di_primavera_
1- La fiera di primavera di Sesto Fiorentino
Si parte dal primo week end di aprile proprio per non lasciarci il tempo di pensare. Dal 4 al 13  avremo modo di partecipare ad una delle fiere più attese della stagione.
La fiera avrà luogo nel centro storico di Sesto Fiorentino e si svilupperà su un’area espositiva di 3000 mq con tanti punti per gustare specialità del posto.

La sagra del tartufo di Pineta

2- La sagra del tartufo di Pineta (Ravenna)
Anche questa sagra avrà luogo la prima settimana . Durante la due giorni dedicata al prodotto tipico, oltre ad assaggiare numerosi piatti che lo utilizzano come piatto principale potrete avventurarvi in camminate con tartufai esperti e ammirare cani da tartufo all’opera. Il borgo si trasformerà per intero aprendo al pubblico molti stand espositivi e botteghe artigiane.
3- Festa del Ciochiello a Casette (Massa Carrara)
Cos’è il Ciochiello? Un dolce tipico pasquale fatto con farina, burro, uova e limone. Un insieme di ingredienti base semplici e a portata di tutti che da vita ad una specialità a forma di ciambella dopo 2 giorni di lievitazione.
Se lo volete provare basta arrivare a Massa Carrara il primo week end e sbrigatevi perché il Ciochiello si mangia caldo.

Sagra del carciofo romanesco di Ladispoli

4- Sagra del carciofo romanesco di Ladispoli
Si passa al secondo week end del mese, per assaggiare uno dei prodotti più conosciuti della cucina tradizionale romana. Per chi non conosce tutte le versioni il carciofo romano è servito in più di un modo: stufato, fritto, grigliato, in forma di salsa e all’interno di fantastici primi piatti.

Fiera della birra artigianale del Santa Lucia del Piave

5- Fiera della birra artigianale del Santa Lucia del Piave
A questo evento ormai ogni anno si uniscono numerosi produttori artigianali provenienti da tutta Italia per sfruttare quella che è diventata una importantissima vetrina nazionale.
Presentandovi alla fiera potrete scegliere di gustare una o più degli oltre 60 tipi diversi di birra incontrando anche i produttori. Per accompagnare la famosa bevanda verranno messi insieme numerosi stand gastronomici dove gustare numerosi piatti locali.
La Fiera della Birra inizierà l’11 aprile e si chiuderà il 13, una tre giorni alla quale si potrà partecipare pagando un biglietto d’ingresso di 3€.

Aeroporti con centri benessere: ci si attrezza per le lunghe soste

Quante volte pur di far abbassare il costo dei biglietti, soprattutto quelli a lungo raggio, accettiamo scomodi e lunghissimi scali in tappe intermedie? I famosi voli low cost con uno o più scali. Così succede che un volo di 8 o 10 ore diventa un volo di 20 ore, ma poco importa se si è alleggerito un pò di meno il portafoglio. E allora che cosa fare nelle 7, 8…9 ore di pausa tra un volo e l’altro? A parte fare un po di shopping al Duty Free, spizzicare qualcosa nei vari bar, ristoranti e fast food, il resto delle ore cosa fare?

Menomale che qualcuno ci pensa e in molti aeroporti ormai si stanno attrezzando per curare al massimo i suoi passeggeri in transito. Come? Rilassandosi e prendendosi cura del proprio corpo tra massaggi e trattamenti benessere.

Condé Nast Traveler, la famosa rivista di viaggi americana con milioni di lettori ogni mese in tutto il mondoha presentato una lista di aeroporti dotati di centro benessere, Spa e centri relax, una lista che potrebbe esservi utile la prossima volta che prenotate un volo con lunga sosta in qualche parte del mondo, potreste prediligere un aeroporto con centro benessere.

Tra gli aeroporti da tenere a mente uno è in Canada: il Calgary Internation Airport dotato della bella Spa OraOxigen. Prezzi abbordabili e tanti trattamenti con l’ossigeno, massaggi, trattamenti esfolianti. Calgari collega il Canada con molte delle più importanti città Usa e molte capitali europee. Altro aeroporto da mettere in lista è quello di Kuala Lumpur in Malesia.

La Spa dello scalo di Kuala Lumpur è probabilmente la prima Spa integrata in un aeroporto. Tanti sono i servizi che questa Spa di Kuala Lumpur offre e di cui potrete usufruire nell’attesa del vostro volo verso le grandi capitali orientali e mediorientali.

Tra le più apprezzate Spa e centri benessere di aeroporto comunque, per una volta, quella di un aeroporto italiano: la Spa del Leonardo da Vinci di Fiumicino, il principale scalo romano. Si tratta della Be Relax facente parte di una catena presente in vari aeroporti uno dei quali proprio questo di Fiumicino oltre vari negli Usa e quella di Parigi al Charles de Gaulle.

merc_wellnessspa_520x392_946960090

Cosa fare gratis a Barcellona?

la ramblaSicuramente Barcellona è la tipica tappa da vacanza low cost senza nessuna rinuncia al divertimento o alla voglia di cultura. Barcellona è tutto: cuore della movida spagnola, città in riva al mare, città di shopping e anche città di Gaudì con numerosi edifici e opere del grande artista.

Ma soprattutto Barcellona ha qualcosa che a nessuno in tempo di crisi dispiace: ha tantissime cose da fare gratuitamente. Volete qualche consiglio su cosa fare gratis a Barcellona? Non c’è problema, ma mettetevi comodi perchè le alternative sono molte.

Tanto per iniziare si può partire dal tratto di strada più amato dai ragazzi: La Rambla. Si tratta di un chilometro di strada affiancato da edifici storici, negozi e affollato di artisti di strada (conosciuti in tutto il mondo). Passiamo agli intrattenimenti per gli amanti della cultura perché anche per questa fascia di turisti potrà risultare ampiamente soddisfatta dall’offerta gratuita di Barcellona.

Un esempio è il museo Picasso: potrete visitarlo gratuitamente tutte le domeniche dalle 15,00. Stessa cosa e stesso orario anche per il museo di storia di Barcellona.

La prima domenica del mese poi potete entrare gratuitamente tutto il giorno al già menzionato Museu Picasso, al Museu Nacional d’Art de Catalunya, al CaixaForum e al Centre de Cultura Contemporània de Barcelona.

Numerose in giro per la città potrete poi imbattervi in opere di Mirò, l’ingresso al museo ha il costo di 11€, ma ci sono numerose opere gratuite in città anche su La Rambla.

Nelle giornate di sole, nelle ore calde, un pò di relax può essere un’alternativa gratuita interessante: basta recarsi presso il Parco della Ciutadella, magari sarete tanto fortunati da poter ammirare anche uno dei tanti concerti gratuiti che vengono svolti quì.

Non potete mancare una passeggiata lungo le stradine del quartiere storico della città, il Barrio Gotico. Nel cuore del Barrio poi potrete imbattervi in una struttura di importante rilevanza architettonica: la Cattedrale.

Stupenda esternamente è uno spettacolo anche all’interno dove potrete entrare gratuitamente la mattina presto o nel tardo pomeriggio. Numerosi in giro per la città sono esempi di architettura modernista.

Potreste passare ore ad ammirare l’opera incompiuta di Gaudì, naturalmente gratuitamente, come anche il vicino Hospital de la Santa Creu i de Sant Pau addirittura protetto dall’Unesco. Un consiglio ulteriore è una passeggiata nello storico mercato de La Boqueria.

Non si tratta di un semplice mercato, ma di un vero trionfo di colori, odori e prodotti freschi. Un consiglio per una pausa rinfrescante è sicuramente acquistare una bella macedonia fresca al mercato o magari un succo appena preparato anche solo a 1 euro.

D’estate poi perchè non dedicarsi a qualche ora di mare? La spiaggia di Barcellona è vicina e animata di giovani a qualsiasi ora del giorno. Ho riempito il vostro week end a Barcellona con abbastanza cose da fare gratis in città? Spero di sì, ma sicuramente troverete molte altre cose da fare gratis e magari farmele anche conoscere. Intanto vi auguro una buona vacanza a Barcellona.

Mete da crisi: in vacanza tutto l’anno con l’euro forte

Inutile pensare di essere messi male economicamente e di non poter godervi le vostre vacanze. Come per ogni problema anche a questo c’è un antidoto e non dovete necessariamente pensare a limitazioni o rinunce estreme.

Insomma con un pò di ricerche e furbizia anche mete lungo raggio saranno a disposizione, potrete pensare a paesi esotici senza spendere uno sproposito o comunque spendendo la maggior parte del budget per il volo risparmiando sul resto.

Quali sono le destinazioni migliori per chi è in area euro?

Mete da crisi economica
Le cascate di Iguazu

Cominciamo dal Sud America, precisamente dall’Argentina. Nonostante si tratti di uno dei paesi più importanti del Sud America e con bellezze naturali uniche, i dieci anni di crisi economica dalla quale sembra che il paese non riesca ad uscire l’ha reso anche una destinazione estremamente appetibile per i turisti europei.

La svalutazione della moneta argentina è evidente e con il cambio potrete guadagnare un bel margine sul vostro budget (la zona più costosa rimane la Patagonia).

Paese molto richiesto dagli italiani e che manifesta un certo vantaggio economico nonostante sia considerato una meta costosa, è il Sud Africa. Gli scioperi continui nelle miniere stanno creando non pochi problemi ad una economia che si basa prevalentemente sull’estrazione.

Mete da crisi economica
Park Kruger

 

Proprio questo un tour tra Città del Capo ed un safari a Park Kruger può costare molto meno di quello che vi sarebbe costato in passato. Le revisioni al ribasso da parte della Banca Centrale ha indebolito ulteriormente l’economia rendendo il costo della vita uno dei più bassi del mondo.

Spostiamoci in oriente per arrivare all’Indonesia, un altro paese estremamente ricercato dai turisti italiani. Oltre che dalle bellezze naturali, il turismo indonesiano è oggi sostenuto dal deprezzamento della moneta locale, che rende piuttosto basso il costo della vita.

Mete da crisi economica
Panorami Indonesiani

 

Spostiamoci in Centro America, in Messico più precisamente. Negli ultimi 12 mesi il pesos messicano si è fortemente deprezzato e ha reso ancora più appetibili le belle spiagge caraibiche come anche l’immenso patrimonio archeologico di Chichen Itza.

Tra tante mete conosciute e richieste sottolineo una destinazione come il Vietnam che negli ultimi anni sembra salire tra i favori dei turisti. Spiagge selvagge, tunnel scavati dai Vietcong, bellezze naturali dell’interno. Gli italiani sono ormai affascinati da questo paese ed il potenziamento dell’euro l’ha reso ancora più affascinante.

mete da crisi economica
Panorami del Vietnam

 

Sempre in oriente potrete optare per lo Sri Lanka, il cui governo ha portato avanti una politica di rivalutazione dell’immagine del paese. Nonostante i paesi confinanti attirino da anni i turisti con un turismo di massa e di lusso (un esempio per tutti le Maldive) lo Sri Lanka ha sviluppato una sua offerta fatta non solo di spiagge da sogno, ma anche di templi, natura, caverne, ed in più un bassissimo costo della vita che bilancia fortemente il costo per arrivare nel paese.

Prenotare hotel via WhatsApp

prenotazioni hotel con Whats App

C’è qualcuno che riesce ormai a vivere lontano dal telefono cellulare e soprattutto da Whats Up?

siamo drogati di collegamenti social e ormai facciamo una infinità di cose direttamente su questi canali aggiornando di continuo tutti degli eventi della nostra vita.

Allora perché non iniziare a sfruttare uno strumento come Whats Up anche per un’azione come quella della prenotazione di un hotel per le vostre vacanze?

Non poteva di certo passare molto tempo prima che il mondo dell’ospitalità turistica si rendesse conto che si trattava di uno strumento da iniziare a sfruttare. Per ora è un esperimento portato avanti principalmente da un hotel incuriosito dai potenziali risultati.

Le potenzialità di Whats Up in effetti sono immense, pensate che Facebook ha messo in ballo una bella cifra, con tanti zeri, per riuscire ad appropriarsene.

Tyrrenian Park Hotel

 

L’hotel che ha provato le prenotazioni via Waths Up è stato un hotel di Amantea il Tyrrenian Park Hotel che ha iniziato ad utilizzare questo strumento nel 2013 con un progetto di assistenza clienti e customer care.

L’hotel è stato stimolato all’azione proprio per l’incremento di richieste di prenotazione che arrivavano tramite posta privata di Facebook cosa che ha portato anche ad una buona percentuale di conversione.

Non trovando comodo l’utilizzo di un I-Phon per le operazioni di front office, l’hotel si è attrezzato caricando sul computer della reception “BlueStacks” e trasferendo il Whats Up del telefono al pc. Questo ha reso più semplice gestire le richieste da parte di qualsiasi operatore. In poco tempo il servizio è entrato a regime diventando routine quotidiana in soli 2 mesi.

Il sistema è stato pubblicizzato attraverso un altro social network: Facebook, per poi passare anche a G+, ma in poco tempo è diventato autonomo.

Le numerose richieste di informazione arrivate tramite whats up hanno generato una tasso di conversione del 35% ed in genere si tratta di nuovi potenziali clienti dato che gli abituali clienti preferiscono in genere contattare direttamente l’hotel via telefono.

Anche se si tratta di un esperimento isolato il successo avuto da questo hotel in provincia di Cosenza possa essere uno stimolo per il futuro anche per altri hotel. 

Shopping ad Amsterdam: 8 souvenir fuori dal comune

shopping ad Amsterdam
Il mercato dei fiori

Non so voi, ma io sto perdendo l’abitudine di dire a tutti delle mie partenze per evitare di sentirmi dire “mi riporti un souvenir?”…”faccio collezione di calamite me ne porti una?… e via dicendo.
Che lo vogliamo o no il souvenir è una delle cose con cui in viaggio avremo comunque sempre a che fare, e, per chi è amante dello shopping, è una scusa per girare tra bancarelle e negozi. Il punto è che, ovunque si va si finiscono per comprare sempre le solite cose e si riportano a parenti ed amici simboli della destinazione visitata sotto ogni forma calamite, bottiglie, cappelli, centrotavola, sottobottiglie…e via dicendo.

Il mio ultimo viaggio è stato ad Amsterdam e, devo dire che, anche non volendo comprare nulla, ho riempito un bustone di nullità che si impolvereranno sui mobili di amici che mi insulteranno. Comunque ho girato e girato e anche ad Amsterdam ho trovato cose fuori dal comune che non fossero i soliti zoccoli fatti portachiave o apribottiglia o ciabatte di legno, o meglio ancora mulini a vento e via dicendo…

Shopping ad Amsterdam

Se siete amanti dello shopping ad Amsterdam mercatini e negozi vi offriranno un bel pò di alternative originali per souvenir fuori dal comune.


1-Fiori

L’Olanda non è solo patria dei mulini a vento, cosa dire dei fiori, dei tulipani e del carinissimo mercato dei fiori di Amsterdam? Troverete di tutto: piante già cresciute, vasi di tulipani, ma anche semi di ogni tipo di fiore. Io personalmente ho comprato una piccola pianta carnivora (lo so ma se conosceste a chi la devo regalare non direste nulla!), e dei semi di bonsai con tanto di vaso e manuale per far crescere il bonsai fai-da te, naturalmente ho preso anche una decina di bustine di tulipani di ogni tipo (che mia madre ha adorato).


2- Cucchiaini da tè.

Ce ne sono di carini, ma quelli più gettonati sono quelli con l’impugnatura a forma di mulini a vento. Si tratta di un souvenir economico e magari potete fare come me e comprare un servizio intero da 6 (o 12) a due spicci per un momento kitsch nelle vostre cene con gli amici.

Shopping ad Amsterdam

 

3- Cocci di Ceramica Delft.

Per chi di voi può permettersi un vaso Delft intero tanto meglio, per la sottoscritta significava vendere un rene quindi ho optato per i cocci utilizzati per mette insieme bigiotteria fuori dal comune. Li trovate in molti mercatini e sono decisamente più economici.

4- Fiorini Olandesi.

Adatti ai collezionisti ne troverete cassette piene nei mercatini delle pulci.

5- Il coniglietto Nijntje.

Spero di averlo scritto bene comunque si tratta di una vera e propria ossessione per gli olandesi. Da noi gira Peppa pig, in Olanda i bambini adorano Nijntje.

6- Flipje.

Non so bene chi lo apprezzerà dei vostri amici o parenti, comunque anche questo è un simbolo conosciutissimo ad Amsterdam e dintorni dato che si tratta di un bambino fumetto in giro dal 1945. Tutt’altro che carino ha un corpo di lampone, la faccia da bambino ed il cappello da cuoco… che ci trovano? Non si sa!

7- Campanelli da bici.

Anche di questi ne troverete di ogni forma e colore, dai suoni stranissimi e fuori dal comune. Magari nessuno li attaccherà mai alla propria bici, ma almeno stupirete in originalità.

Shopping ad Amsterdam

8- Campanelle per l’ingresso di casa.

Altra cosa che in molti non attaccheranno mai fuori della porta di casa…voi direte! invece vi posso assicurare che i miei sopra il noioso campanello hanno una mucca che regge una campana con la scritta Amsterdam!

Almeno non si impolvera sul mobile della camera da pranzo

Vacanza in Costiera: come visitare Sorrento in un giorno?

Un giorno a Sorrento
Panorama di Sorrento

Un paradiso terrestre che si affaccia sul mare azzurro con le sue coste frastagliate e le casette colorate che guardano meravigliate il panorama.

Come non innamorarsi della costiera Sorrentina?

Una bellezza così sfacciata che non poteva non essere presa d’assalto da migliaia e migliaia di turisti ogni anno.

Arrivare a Sorrento a volte è una vera impresa, ma già il panorama della strada, prima di arrivare è uno spettacolo.

Un giorno a Sorrento
Centro storico Sorrento

 

Personalmente a Sorrento ho dedicato più escursioni mordi e fuggi senza avere mai l’opportunità di viverla, ma con l’indiscussa comodità di essere accompagnata da gente del posto che ha saputo indirizzarmi subito a ciò che di bello c’era da fare.

Quindi, anche se sembra un grande oltraggio dedicare un solo giorno a questa città vi darò qualche consiglio su come visitare Sorrento in un giorno.

Per iniziare il vostro tour partite dalla piazza principale, vero cuore del centro storico di Sorrento: Piazza Tasso dedicata proprio all’autore del celebre libro “La Gerusalemme liberata” che nacque quì nel 1544. Prima di proseguire il tragitto comunque, se siete amanti dell’arte, troverete proprio di lato la piazza il Museo Correale di Terranova all’interno del quale potrete ammirare dipinti e molti altri oggetti artistici del sedicesimo e diciannovesimo secolo.

Un giorno a Sorrento
Centro storico Sorrento

Da questa affollata piazza parte il frequentatissimo Corso Italia la via pedonale patria di boutique e negozi di souvenir e che si prolunga fino alla zona di mare. 

Lungo il percorso merita uno stop l’imponente Duomo dedicato ai santi Filippo e Giacomo. Da ammirare soprattutto le opere in legno interne.

L’attività artigianale della città di Sorrento è sicuramente una delle attrazioni principali che vi affascineranno. Lungo le stradine intricate del centro storico vi imbatterete in numerose botteghe, ma comunque sono molti i musei dedicati a queste attività come il Museo della Tarsia Lignea ospitato da Palazzo Pomarici Santomasi.

Tra i luoghi da visitare a Sorrento durante il vostro tour trovate un pò di tempo anche per la Chiesa di San Francesco d’Assisi e per la Basilica di Sant’Antonino.

Un giorno a Sorrento
Il Duomo di Sorrento

Comunque il centro storico di Sorrento è bello per lunghe passeggiate guardando quà e là affascinati fino al ritorno alla vostra macchina.

Se volete però un consiglio, questa volta culinario, non mancate di assaggiare, prima della partenza, una squisita delizia al limone, un dolce tipico che porto nel cuore da quando proprio quì lo assaggiai per la prima volta.